La Camera approva odg di Boffa su tassazione più equa per gli agricoltori e finanziamento per Pietrelcina

12:28:25 2624 stampa questo articolo

La Camera dei Deputati, nell’ambito della discussione inerente il “decreto Milleproroghe”, ha approvato un ordine del giorno, presentato da Costantino Boffa, che impegna il Governo ad introdurre una forma di tassazione diversa e più equa sui terreni agricoli e, in particolare, sui fabbricati rurali funzionali all’attività. Il ‘Decreto Salva Italia’ approvato lo scorso dicembre, prevede l’introduzione dell’IMU, la nuova imposta municipale unica (in sostituzione dell’Ici) ed ha esteso la sua applicazione anche ai fabbricati rurali ed a quelli ad uso strumentale dell’attività agricola. “Come denunciato anche dalle associazioni di categoria – ha dichiara il parlamentare sannita Costantino Boffa - l’incremento della base imponibile ai fini dell’IMU, unita all’introduzione della nuova tassa sui fabbricati ad uso strumentale, comporterà un aumento del carico impositivo, per quanti lavorano nel settore, che va dal 100% fino al 400%. Si tratta di misure che aggraveranno ulteriormente lo stato di salute del comparto agricolo, determinando conseguenze negative sia sul piano economico che occupazionale, visto che nel settore operano tante aziende di piccole e medie dimensioni che difficilmente reggeranno il peso di questi provvedimenti. Gli effetti si sentiranno in quei territori, come quello beneventano, a forte vocazione agricola. L’introduzione dell’IMU rischia, inoltre, di penalizzare un comparto importante come quello agrituristico che già nel 2011 ha subito una flessione del numero di presenze superiore all’8%. Gli operatori del settore – ha continuato Boffa - , infatti, ci sarà un peggioramento in termini economici. La Camera dei Deputati, inoltre, ha approvato definitivamente, dopo il passaggio nelle Commissioni Affari Istituzionali e Bilancio, l'emendamento, presentato in maniera bipartisan, che la legge speciale per Pietrelcina che prevede il finanziamento di 500.000 euro per gli anni 2012 e 2013. Si tratta di un riconoscimento importante per il paese che ha dato i natali a Padre Pio e che potrà disporre – ha concluso Boffa - per i prossimi due anni, di risorse straordinarie da investire in quei servizi essenziali a soddisfare le esigenze dei tanti turisti (circa un milione l'anno) che visitano Pietrelcina”.



Articolo di / Commenti