Maria Pia Selvaggio nel team di ricerca su Gadda all’Università La Sapienza di Roma

16:0:54 6257 stampa questo articolo

Maria Pia Selvaggio alla riscoperta di Gadda. La figura di Carlo Emilio Gadda, scrittore e poeta milanese, è al centro di un progetto di ricerca dell’Università La Sapienza di Roma, che vede coinvolta anche la docente e scrittrice sannita. Insieme a lei, un team di esperti italiani e stranieri sarà al lavoro per esplorare, nell’arco di un triennio, la figura poliedrica di un autore le cui vicende umane e letterarie sono state per lo più, quasi sempre, trascurate. Reduce dall’esperienza editoriale brasiliana della Nuda Proprietà, che ha riscosso notevole successo restando per settimane e settimane nella hit parade dei cento romanzi più venduti in formato kindle su Amazon, sulla scia del cartaceo edito, ancor prima, in portoghese, ora Maria Pia Selvaggio sarà impegnata in una nuova sfida letteraria, che la coinvolgerà in una ricerca dal sapore diverso. Una complessa opera di rivalutazione sulla quale l’autrice sannita è stata chiamata, in particolare, a ‘indagare’ dal punto di vista filologico-narrativo, basandosi su di un inedito carteggio epistolare.
La Selvaggio ha al suo attivo diverse pubblicazioni premiate: Premio Olmo per L’Arcistrea (narrando, narrando-2010); Premio Olmo per la letteratura Primo posto per Lei si Chiama Anna 2012; Premio ‘ArTelesia’ per la Letteratura Sannita, 2011; Premio come coordinatrice di ‘Incontri con Autori: Sillabe e Note’ dal ‘Premio Made in Italy’. Inoltre, i romanzi L’Arcistrea e Ai Templari il settimo libro risultano best-seller nella classifica di Amazon, mentre ‘Lei si chiama Anna’ è stato anche premiato, per merito artistico, dalla III edizione ‘Premio Made in Italy’ e sempre L’Arcistrea è stato romanzo finalista per la Letteratura al ‘Premio Internazionale Feudo di Maida’ (Reggio Calabria).



Articolo di Letteratura / Commenti