Med-7: il Paesi del Sud chiedono riforme e piu' solidarieta' all'UE

Il 2018 deve essere l'anno delle riforme in Europa puntando a una vera unione economica, monetaria e bancaria, una priorità per i leader dei sette Paesi dell'Europa del Sud, riunitisi a Roma, a Villa Madama.

Il premier italiano Paolo Gentiloni: "Abbiamo bisogno di un'Unione Europea che sia più coesa, in cui le differenze fra Nord e Sud e fra Est e Ovest si riducano e il momento per farlo è questo." Sulla questione dell'accoglienza dei rifugiati, altro tema di fondo che tocca in primo luogo gli stati del Sud, il presidente francese Emmanuel Macron ha chiesto più solidarietà nel controllo dei confini.  "Inevitabile tendere verso una gestione comune dell'asilo - ha detto Macron - ma intanto occorre armonizzare le regole europee, correggere rapidamente le incoerenze del regolamento detto di Dublino, consentendo di proteggere meglio le frontiere e di occuparsi più efficacemente dei flussi di arrivo". 

Insomma Italia, Portogallo, Spagna, Francia, Malta, Grecia, Cipro puntano a un mix fra sicurezza e solidarietà che però manca ancora di cuore, secondo l'esperto di migrazioni Nadan Petrovic : "Il sistema comune europeo in teoria noi ce l'abbiamo già. L'Europa ha legiferato molto in materia di asilo attraverso diverse direttive e regolamenti. Andrebbe un po' riempito di contenuti o d'altra parte possiamo anche dire di anima, perché di fatto tutto il sistema si basa sulla responsabilità e solidarietà, per il momento abbiamo parecchia responsabilità e poca solidarietà a livello europeo".

I paesi del Med-7 intendono far valere il loro peso specifico, puntando anche a organizzare consultazioni popolari in tutta Europa per suscitare un dibattito democratico su quello che dovrà essere il futuro dell'Unione secondo i cittadini.


8:47:56 2919 stampa questo articolo


  • Meteo. Le previsioni meteorologiche di oggi 25 aprile
  • Via Crucis per pace in Ucraina. Polemiche per la scelta di Papa Francesco
  • Agricoltura. Perché la guerra in Ucraina ha gravi conseguenze sulla produzione agricola mondiale
  • Venezia. Ad "Homo Faber" in mostra i mestieri e le creazioni dell'artigianato
  • Verona. Si conclude "Vinitaly", tornata in presenza: numeri da record per il vino italiano
  • Giornata internazionale dei Baci
  • Dove si butta? Dallo scontrino al cartone della pizza: 5 errori da evitare
  • Napoli. Cosa resta del Parco dello sport di Bagnoli costato 37 milioni: rovi, ruderi e rifiuti
  • Sorpresa amara, le uova di cioccolato Kinder ritirate in Europa. Salvo il mercato italiano
  • Guerra in Ucraina. Da Kiev a Roma: la storia di Alisa, talento della danza classica
  • Internet. Cos'è un attacco informatico?
  • Come spiegare la guerra ai bambini
  • Ucraina. Nuova condanna del Papa della guerra 'bestiale e sacrilega'
  • La primavera è la stagione più felice: è scientificamente provato
  • Guerra in Ucraina. Bambini ucraini accolti a scuola nel napoletano
  • Roma. Pene ridotte agli assassini del carabiniere Cerciello Rega
  • Roma. Evasione fiscale e riciclaggio: confiscati 120 immobili a un imprenditore della logistica
  • Guerra in Ucraina. Gran parte dei leader dell'Unione europea hanno incontrato Zelensky
  • Bologna. Poliziotto salva un uomo che rischia di essere travolto dal treno nella Stazione centrale
  • Crisi energetica. Draghi: "Stanziati 16 miliardi e ridotto l'Iva al 5% sul consumo del gas"
  • Jury Chechi contro Kuliak: "La Z sul petto gesto incommentabile. Aiuterò le persone a lasciare l'Ucraina"
  • 8 marzo Giornata Internazionale della donna
  • Bellezza. I miti sulla doppia detersione a cui smettere di credere
  • 8 marzo. Intervista a Maria Rosaria Renzi, figlia dell'inventore della torta Mimosa