Mercato immobiliare: piccoli segnali di ripresa nel 2014

16:2:45 4091 stampa questo articolo
Comprare casaComprare casa

La casa è un bene primario cui tutte le famiglie aspirano, dalle famiglie alle giovani coppie. Certo la possibilità di acquisto della casa dei sogni è legata non solo alle proprie capacità di spesa, ma anche alla possibilità di ottenere un mutuo e dall'andamento del mercato immobiliare.

Se nel 2013 il mercato immobiliare ha dato ancora segnali negativi, sia a livello di prezzi che di compravendite, i primi mesi del 2014 hanno fatto registrare dei cenni di ripresa, se pur minimi, della volontà di acquisto. Ciò va di pari passo con l’andamento sul fronte dell’erogazione del credito e soprattutto dell’occupazione, i due principali fattori che negli ultimi anni hanno influenzato maggiormente il mercato immobiliare in Italia.  Questo il trend nazionale, al pari di quello locale per Benevento.

Gli esperti del settore hanno previsto un maggior dinamismo che si è tradotto in un ritorno di interesse all’acquisto, sia da parte delle famiglie sia da parte degli investitori, in particolare nelle grandi città come Milano e Roma. 

Dove invece la situazione appare più complessa, seppur con un minimo margine di ripresa, è nelle zone dell’Hinterland delle città e nei capoluoghi di provincia. Per queste realtà territoriali, dove una concatenazione di eventi  ha profondamente minato la capacità di risparmio delle  famiglie  e quindi la difficoltà di accesso al credito si sente maggiormente, la riduzione dei prezzi degli immobili si è resa necessaria. Questo ha determinato quindi delle opportunità di acquisto: il ribasso dei prezzi degli immobili ha permesso, a coloro che hanno il capitale o attraverso la richiesta di un mutuo, di acquistare a prezzi decisamente vantaggiosi.  

Conseguenza di ciò sarà il continuo aumento del mercato delle locazioni. Coloro che non riescono ad acquistare casa naturalmente sceglieranno la soluzione dell’affitto di un appartamento. 

Il 2014 sarà certamente un’annata con il segno più per i negozi, gli stabili e i capannoni. A segnalare il cambio di direzione rispetto all’anno precedente è stato il direttore dell’Osservatorio del mercato immobiliare dell'Agenzia delle Entrate, Gianni Guerrieri.

Una curiosità da rilevare è quella dei compratori di nazionalità asiatica e russa. Pare che per fronteggiare la crisi del mercato immobiliare in Italia  ci si debba rivolgere ai compratori e affittuari cinesi e russi. Numerosi i siti online nati in quest’ultimo periodo che si rivolgono esclusivamente alla compravendita dell’utenza straniera. Il concetto in effetti è semplice ed efficace: riferirsi a un’utenza in crescita in Italia per offrire possibilità d’investimento. I nuovi ricchi sono quindi l’obiettivo per far riprendere il mercato immobiliare italiano. 


Alessia Tornusciolo



Articolo di Guide al Risparmio / Commenti