Migranti ed Ambiente, a Vitulano la giornata di educazione ambientale - FOTO

12:43:24 1929 stampa questo articolo
Ambiente - Migranti, VitulanoAmbiente - Migranti, Vitulano

I migranti sono stati sensibilizzati all’importanza della differenziazione dei rifiuti e istruiti riguardo i rischi ambientali e l’impatto sulla salute umana della cattiva gestione e dello smaltimento dei rifiuti.

Si è svolto nella giornata di ieri l’evento conclusivo di un percorso di educazione ambientale, organizzato e promosso dalla Cooperativa Sociale Benedetta Gentes, presso lo SPRAR di Vitulano in collaborazione con Legambiente.

I migranti sono stati sensibilizzati all’importanza della differenziazione dei rifiuti e istruiti riguardo i rischi ambientali e l’impatto sulla salute umana della cattiva gestione e dello smaltimento, in particolare dei rifiuti tossici e delle materie plastiche. Il focus si è tenuto in Italiano, Francese ed Inglese, grazie alla traduzione simultanea dell’interprete e organizzatrice dell’evento Lucia Colandrea. In seguito si è proceduto con la piantumazione di un ulivo, un gesto simbolico in vista dell’approssimarsi della Festa dell’Albero che si terrà il 21 novembre, occasione di promozione del verde ai fini di contrastare le emissioni di CO2, dell’inquinamento atmosferico e della prevenzione del rischio idrogeologico.

“Un percorso lungo e non senza difficoltà – dichiara Maria Teresa Scarinzi, Responsabile della Cooperativa – iniziato a settembre e portato avanti in maniera graduale, in quanto rivolto a persone provenienti da contesti sociali in cui la raccolta differenziata non viene praticata, e il tema dello smaltimento dei rifiuti è molto sottovalutato.”

“Interfacciarsi con i giovani migranti è una necessità fondamentale – scrive Antonio Basile, Presidente di Legambiente Benevento - : sono persone che vanno guidate e rese edotte su quelle pratiche di tutela ambientale che la nostra stessa società, non senza ritrosia e fatica, ha appreso e consolidato solo negli ultimi anni ed, inoltre, visti gli ulteriori lunghi viaggi che aspettano molti di loro è un’unica opportunità per far sì che loro stessi possano diffondere questi princìpi alle persone che incontreranno lungo il loro cammino.”



Articolo di Attualità / Commenti