Miwa Energia. Annecchiarico: "Occorre apporto di tutti, voglio grandi risposte"

13:21:10 1920 stampa questo articolo
Annecchiarico MiwaAnnecchiarico Miwa

Il coach presenta la sfida interna con la Pallacanestro Trinità.

Diversi problemi ma tantissime motivazioni. La Miwa Energia Cestistica Benevento vuole la terza vittoria consecutiva per dare continuità alle belle prestazioni messe in mostra contro Parete e Forio Basket. Coach Annecchiarico attende con i suoi ragazzi l’arrivo al PalaParente della Pallacanestro Trinità (domenica ore 18),team di Sala Consilina, ma dovrà fare a meno dell’infortunato Iarriccio e dello squalificato Cavalluzzo, appiedato per due giornate dal giudice sportivo dopo i fatti di Ischia. Credendino figura invece nell’elenco dei convocati ma il suo impiego andrà centellinato.

“Abbiamo qualche guaio, ma non ci mancano le motivazioni. Come al solito non posso lamentarmi della settimana affrontata dai ragazzi, la speranza è che non deludano le attese in partita, ma non penso che dal punto di vista morale corriamo rischi. Sento di scongiurare cali di sorta, ma sappiamo che dobbiamo dare più del massimo viste le assenze di due giocatori-chiave”, chiarisce il coach sannita.

Senza Cavalluzzo è inevitabile che la Miwa debba cambiare qualcosa nel gioco: “La squalifica di Vincenzo mi mette grande amarezza. L’arbitro ha scritto
ciò che ha ritenuto opportuno scrivere nel referto, ma non mi va che la nostra squadra e la nostra società passino per quelle scorrette. Qualcosa abbiamo sicuramente sbagliato in un momento molto concitato, ma diciamo che il direttore di gara ha dimenticato di mettere a referto ciò che riguardava alcuni tesserati avversari che non si sono certo comportati da santi come invece si è voluto far credere. Comunque sia, Ischia appartiene al passato e noi dobbiamo pensare solo a ciò che verrà e rimboccarci le maniche. Con l’assenza di Vincenzo perdiamo un giocatore che ha nelle mani almeno 15 punti a match, ma troveremo risorse differenti per le prossime due settimane”.

La Pallacanestro Trinità, pur non avendo ambizioni di alta classifica, può dare fastidio: “Abbiamo visionato i filmati e non siamo riusciti a capire come possano aver fatto a perdere nell’ultimo turno casalingo. Occorrerà difendere bene e trovare concretezza in fase offensiva. La prestazione di Ischia è stata splendida da quel punto di vista, l’ambizione è replicare o comunque avvicinarsi a quel numero di punti. Le assenze e la condizione precaria di alcuni elementi da una parte ci consentiranno di aumentare il minutaggio di chi ha giocato meno, ma ad essere sincero non preparo mai una partita basandomi su queste cose. Non mi capita di pensare che uno o l’altro debbano giocare per forza un certo numero di minuti. Tutto dipende dalle situazioni, speriamo che domenica quelle che ci vedranno coinvolti saranno tutte positive”.



Articolo di Basket / Commenti