Molinara: L’8 marzo incontro su ‘ll corpo che siamo: donne lavoro, agricoltura e territorio’

10:55:38 3269 stampa questo articolo
molinara (benevento) - borgo anticomolinara (benevento) - borgo antico

L’Inail di Benevento sta organizzando l’incontro "Il corpo che siamo: donne lavoro, agricoltura e territorio” legato al progetto“Tutte queste vite – Donne e lavoro” ideato e coordinato da Francesca Maria Ocone. L’evento, che gode del patrocinio della Provincia di Benevento – assessorato all’Agricoltura e assessorato alle Politiche Sociali, dell'Asl di Benevento, della Comunità Montana del Fortore, delle istituzioni scolastiche, del Comune di Molinara e dell’ANPA, si terrà a Palazzo Ionni a Molinara l’8 marzo prossimo dalle 9 alle 13. Per Anna Villanova, Responsabile Sede Inail di Benevento "nuova attenzione è sorta attorno al tema delle differenze di genere nel campo della sicurezza nei luoghi di lavoro. Nonostante le donne siano vittime di incidenti sul lavoro e di malattie professionali in percentuale minore rispetto agli uomini, le statistiche rivelano un alto numero di infortuni. Nella nostra provincia il più alto numero di infortuni alle donne si registra nell’agricoltura ed aumentano, di anno in anno, le denunce di malattia professionale delle donne impiegate in tale settore. Con questa iniziativa si intende incidere sui comportamenti che hanno una maggiore probabilità di determinare infortuni e patologie legate al lavoro, per contribuire al miglioramento della sicurezza e del benessere delle donne e degli uomini del Fortore”. "Le donne fanno da ammortizzatore sociale per le famiglie pagando spesso prezzi altissimi in termini di benessere personale" - è questo il pensiero di Giuseppe Addabbo, sindaco di Molinara, che con la disponibilità ad ospitare questo evento nel territorio del Fortore, assieme a Inail, Asl e Provincia vuole dare un senso della vicinanza delle istituzioni al territorio e la loro capacità di essere al servizio del cittadino con la dimostrazione pratica di benefici e utili consigli da seguire per una buona salute. “E’ un evento con il quale si sono volute raccontare le storie delle donne del Fortore che sono scritte nei colori, nei suoni, negli odori, nelle fatiche di questa terra” con le interviste realizzate da Maria Francesca Ocone alle donne di San Giorgio la Molara che anticiperanno la performance dell’attrice Antonella Romano che si esibirà nell’interpretazione di una parte tratta dal diario di una contadina. La seconda parte della mattinata sarà dedicata ai laboratori, introdotti da Branka Pavic, responsabile del corso universitario di fisioterapia dell’ASL, realizzati dagli allievi fisioterapisti, curati da Paola Carbone, regista e coreografa di teatro danza. Modera l’incontro Antonietta Menechella.



Articolo di Fortore / Commenti