Morte Maria Ungureanu: chiesta riesumazione. Nuove analisi anche su alcuni indumenti

16:34:41 2149 stampa questo articolo
Bambina di 10 anni scompare, trovata senza vita in una piscina a San Salvatore TelesinoBambina di 10 anni scompare, trovata senza vita in una piscina a San Salvatore Telesino

Nel gennaio scorso la proroga delle indagini per ulteriori sei mesi.

Una richiesta per esame probatorio e di riesumazione della salma per sottoporre il corpo della piccola Maria Ungureanu ad una nuova autopsia ed effettuare nuove analisi genetiche su alcuni indumenti (un bottone, un jeans, un pantaloncino pantalone e una maglietta). Questa la proposta avanza quest’oggi da Giovanni Conzo, procuratore aggiunto di Benevento, al Giudice per le Indagini Preliminari in merito all’inchiesta sulla morte di Maria, rivenuta senza vista il 19 giugno del 2016 nella piscina di una struttura ricettiva di San Salvatore Telesino.

Questa l’ultima novità in arco temporale, a circa tre anni dall’accaduto e dopo la proproga delle indagini avvenuta lo scorso gennaio. Come si ricorderà la Camera di Consiglio si era svolto lo scorso 16 gennaio, presso il quarto piano del Palazzo di Giustizia di Benevento, alla presenza degli avvocati di parte.

Un incontro dovuto, dopo l’opposizione alla richiesta di archiviazione proposta dalla Procura (ed a seguito delle decisioni assunte prima dal Riesame e poi dalla Cassazione) in merito all’inchiesta che vedeva coinvolti Daniel e Cristina Ciocan. Per quanto riguarda Cristina, il GIP aveva archiviato la sua posizione, la donna di fatto esce dall’inchiesta, ed anche l’accusa di omicidio a lei contestata. Restava in piedi, invece, quella di Daniel Ciocan indagato anche per violenza sessuale. Il GIP aveva disposto anche ulteriori indagini, che chiamavano in causa i genitori della piccola. 



Articolo di Cronaca / Commenti