Musica: Due giorni live al Morgana con Jonas David e Libera Velo

17:56:36 3642 stampa questo articolo

Due giorni di musica live al Morgana. Infatti giovedì 7 febbraio ci sarà Jonas David e venerdì 8 Libera Velo. E' un ritorno al Morgana quello di Jonas David. Nel giugno del 2011 l'etichetta olandese "Volkoren Records" presenta Keep The Times, album d'esordio del giovane artista tedesco. Il disco ha preso forma nel corso di un intenso periodo in cui Jonas ha fatto esperienza di suggestioni vivide ma dai toni onirici, come se il suo inconscio avesse vissuto un sogno cinematografico al risveglio dal quale, benché la trama fosse sfuggita, restavano melodie e paesaggi sonori perfettamente cristallini, pronti da registrare. Questo modo di tirar fuori ciò che sembra fiorire nel profondo dell'anima non gli è nuovo. Sembra che il subconscio di Jonas produca dei sogni incapsulati in pacchi regalo che, legati con fiocchi abbastanza stretti da contenere tutta la loro prepotenza emotiva, sbucano fuori creando una babele di impressioni. 'Keep the Times' canta il modo in cui tutto ciò avviene. E' un'intensa e passionale esperienza d'ascolto, che somiglia più a una colonna sonora che a un album pop, che trascina sulla riva della nostra mente, come una marea, canzoni indelebili e senza tempo. Questo giovane tedesco vanta una voce eccezionalmente versatile, alterna vocalità chiare come quelle di Glen Hansard o Damien Rice al falsetto morbido e talvolta tagliente di Justin Vernon. Sempre sostenuta da bellissime e morbide armonie, la sua voce rivela un temperamento onesto e sensibile. Sul palco Jonas David mette in scena il suo sogno cinematografico rivivendo i sentimenti provati durante la stesura dei brani. Se venite ad ascoltare un concerto, siate pronti ad affrontare un intenso e suggestivo viaggio dal quale difficilmente sarete disposti a tornare.
Libera Velo presenta il suo nuovo album "Rizoma contro Albero". Collaborazioni eccellenti e contaminazioni tra folk, blues, psichedelia e teatralità: dopo una pausa di tre anni, la voce di Libera Velo torna con il suo secondo album, in uscita il 23 gennaio scorso per l'etichetta Octopus Records. Su Youtube sei estratti di anticipazione."Un rizoma anche in condizioni sfavorevoli rigenera nuove piante. Ogni rizoma ha la sua riserva che dà forza e longevità". Si presenta così "Rizoma contro Albero", il secondo album che segna il ritorno sulla scena musicale di Libera Velo. Prodotto dall'etichetta Octopus Records, "Rizoma contro Albero" è anticipato da un promo su Youtube, con sei estratti dalle dieci canzoni presenti nell'album ("Puca", "Memo Bizzarra", "Questo mio essere brillante e di fiducia piena", "Il Punctum", "The wise child", "Zenzero 6"). Brani dal suono misto e ibrido, tra storie di amore e pazzia, sesso rizomatico e laicismo concreto, fotografia e memoria storica. Il tutto miscelato nell'autoironia creativa tipicamente meridionale. A dettare la linea, una componente di contaminazione: un radicamento nel blues dal basso, con sprazzi improvvisi di folk-psichedelico e teatralità da musical, logoranti parole in calde sonorizzazioni, a cui fa capo un modo naturale e antivirtuoso di concepire strumenti, voci e rumori. Registrato e mixato al Key-lab di Giugliano (NA), il disco si avvale delle collaborazioni eccellenti che racchiudono il meglio della scena musicale indipendente campana: Antonio Alfano, Dario Sansone dei Foja, Pietro de Cristoforo e Fulvio Di Nocera dei Songs for Ulan, Marta Riccardi, Renato Minale e Giuseppe Fontanella dei 24 Grana, Sasha Ricci dei 99 Posse, Alessandro Innaro, Claudio Domestico degli Gnut, Ciro Riccardi degli Slivovitz. L'artwork del disco è stato curato da Roberta Della Volpe. La copertina è di Dario Sansone. Libera Velo esordisce nel 2007 con il suo primo album "Riffa" (Octopus Records - Self). Tra le dodici tracce di "Riffa", è presente anche "Mamma Felicia", canzone dedicata alla madre di Peppino Impastato, ucciso dalla mafia nel 1978, che viene anche inclusa in una compilation uscita nel 2008 e distribuita da "Il manifesto". Nel giugno 2009 un suo inedito fa parte della colonna sonora dello spettacolo di danza "Made in Naples" presentato in anteprima mondiale all'interno della rassegna "Napoli Teatro Festival". Durante il tour del 2009, partecipa a due importanti compilation: "This is Naples vol.1", col brano "Mi piace il suo vestito", e "Clowns and Jugglers - A tribute to Syd Barrett" in cui prende parte con "Mad Hatters project".



Articolo di / Commenti