Napoli. Sequestrata fabbrica dei falsi, due arresti

La Guardia di Finanza Napoli ha sequestrato una fabbrica dedita alla contraffazione di borse. Due persone tratte in arresto e 2 denunciate all’autorità giudiziaria.

 I Finanzieri del gruppo di Afragola, a seguito di indagini, hanno individuato nel quartiere San Pietro a Patierno di Napoli, un laboratorio abusivo al cui interno sono stati sorpresi soggetti intenti alla fabbricazione di borse contraffatte. La perquisizione dei locali, interrati e privi di uscite di emergenza, ha fatto scoprire ai militari diverse decine di borse già pronte per essere poste in vendita, nonché migliaia di semilavorati ed accessori, tutti riproducenti marchi riconducibili a note griffe della moda, nazionali ed estere, oltre che cliché, stampi e macchinari per la riproduzione illecita dei loghi.

Gli ulteriori approfondimenti hanno poi permesso di riscontrare che nessuno dei presenti era titolare di una partita iva e che non c’era un contratto per il regolare smaltimento dei rifiuti derivanti dagli scarti di lavorazione, quali pelli, gomma, colle, vernici e solventi. Al termine del servizio, sentito il PM di turno della Procura di Napoli, sono stati posti agli arresti domiciliari 2 responsabili mentre per gli altri 2 è scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria. Le responsabilità contestate sono relative non soltanto al reato di contraffazione marchi ma anche alle violazioni afferenti alla normativa ambientale e della sicurezza sul lavoro.


11:29:6 5793 stampa questo articolo


  • Convegno ISTAT sullla povertà assoluta: metodologia e misura del fenomeno. Diretta streaming
  • Meteo. Le previsioni meteorologiche di oggi 25 aprile
  • Via Crucis per pace in Ucraina. Polemiche per la scelta di Papa Francesco
  • Agricoltura. Perché la guerra in Ucraina ha gravi conseguenze sulla produzione agricola mondiale
  • Venezia. Ad "Homo Faber" in mostra i mestieri e le creazioni dell'artigianato
  • Verona. Si conclude "Vinitaly", tornata in presenza: numeri da record per il vino italiano
  • Giornata internazionale dei Baci
  • Dove si butta? Dallo scontrino al cartone della pizza: 5 errori da evitare
  • Napoli. Cosa resta del Parco dello sport di Bagnoli costato 37 milioni: rovi, ruderi e rifiuti
  • Sorpresa amara, le uova di cioccolato Kinder ritirate in Europa. Salvo il mercato italiano
  • Guerra in Ucraina. Da Kiev a Roma: la storia di Alisa, talento della danza classica
  • Internet. Cos'è un attacco informatico?
  • Come spiegare la guerra ai bambini
  • Ucraina. Nuova condanna del Papa della guerra 'bestiale e sacrilega'
  • La primavera è la stagione più felice: è scientificamente provato
  • Guerra in Ucraina. Bambini ucraini accolti a scuola nel napoletano
  • Roma. Pene ridotte agli assassini del carabiniere Cerciello Rega
  • Roma. Evasione fiscale e riciclaggio: confiscati 120 immobili a un imprenditore della logistica
  • Guerra in Ucraina. Gran parte dei leader dell'Unione europea hanno incontrato Zelensky
  • Bologna. Poliziotto salva un uomo che rischia di essere travolto dal treno nella Stazione centrale
  • Crisi energetica. Draghi: "Stanziati 16 miliardi e ridotto l'Iva al 5% sul consumo del gas"
  • Jury Chechi contro Kuliak: "La Z sul petto gesto incommentabile. Aiuterò le persone a lasciare l'Ucraina"
  • 8 marzo Giornata Internazionale della donna
  • Bellezza. I miti sulla doppia detersione a cui smettere di credere