Ordine degli Ingegneri: Sisma Bonus e fascicolo del fabbricato per rilanciare l'edilizia

15:45:47 3561 stampa questo articolo
Lavori e ristrutturazione in ediliziaLavori e ristrutturazione in edilizia

Alla presentazione dei risultati dell'Osservatorio Immobiliare, svoltasi ieri pomeriggio presso Confindustria, ha preso parte anche il presidente del'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Benevento, Giacomo Pucillo che a nome della propria associazione ha presentato delle proposte per il settore.

L'Ordine degli Ingegneri di Benevento ritiene che per il rilancio dell'edilizia dei settori produttivi ad essa collegati, occorre innanzitutto promuovere la prevenzione, in modo particolare del rischio sismico ed idrogeologico, mediante politiche rivolte alla messa in sicurezza del patrimonio edilizio pubblico e privato e più in generale delle infrastrutture. Questo Ordine, infatti, in recenti seminari ha contribuito a divulgare le modalità per attivare le procedure previste dal "Sisma Bonus" per beneficiare di incentivi fiscali a seguito di interventi di miglioramento, adeguamento sismico o ricostruzione di fabbricati privati.

È importante istituire il "fascicolo del fabbricato" al fine di fornire tutte le informazioni sulla sicurezza di un immobile, sotto il profilo della stabilità, dell’impiantistica e della manutenzione, consentendo la detraibilità fiscale dei costi sostenuti per la costituzione e conservazione del fascicolo e rendere obbligatorio la dichiarazione della classe di vulnerabilità statica, sismica ed impiantistica negli atti di trasferimento della proprietà immobiliare. Ciò contribuirebbe ad allineare il valore di mercato del fabbricato anche alla reale capacità strutturale ed impiantistica dello stesso sia in condizioni statiche che sismiche e contemporaneamente a stimolare l'esecuzione di interventi di messa in sicurezza.

Per l'Ordine degli Ingegneri occorre infine semplificare drasticamente le procedure per il rilascio dei titoli abilitativi, in modo da rendere possibili gli investimenti in tempi brevi e soprattutto certi e puntare sul principio della sussidarietà (come da articolo 5, comma 1 della Legge 81/2017 Nda), in modo che alle professioni ordinistiche possano essere affidate una serie di “atti” e funzioni, fino ad oggi di esclusiva competenza della pubblica amministrazione.

Notizia correlata

Confindustria. Dall'Osservatorio immobiliare proposte per il rilancio del settore



Articolo di Industria / Commenti