Per la Shoah, le 'Note della memoria' del Conservatorio risuonano in Prefettura

10:41:9 4179 stampa questo articolo

È passato un anno da quando il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha conferito a ‘Le Note della Memoria: la musica ‘spezzata’ della Shoah’ il Premio 2012 ‘I Giovani ricordano la Shoah’ alla presenza del Ministro dell’Istruzione Francesco Profumo e del Presidente dell’Unione delle Comunità ebraiche Renzo Gattegna. Un successo per il Conservatorio Statale di Musica ‘Nicola Sala’ che si è ripetuto ieri presso la Prefettura di Benevento. Il progetto, frutto delle ricerche e della sensibilità del Maestro Rossella Vendemia, consiste nella rielaborazione di canti concentrazionari arrangiati in versione strumentale da Domenico Palmieri, studente di composizione del Conservatorio. Alla presenza del Prefetto di Benevento, Ennio Blasco, del presidente del Conservatorio, Achille Mottola, del direttore del Conservatorio Maria Gabriella Della Sala e di altre numerose autorità civili, militari e religiose, gli studenti del Conservatorio, diretti dal Maestro Vendemia, hanno interpretato sei dei brani contenuti nel CD: Die Moorsoldaten, A Compiègne, Canzone del Ghetto di Varsavia, Antonio, Ninna nanna del figlio nel crematorio, Quando la guerra finirà. Canti intrisi di dolore e di tragedia ma anche di forza e di speranza quelli eseguiti magistralmente dagli allievi del ‘Nicola Sala’ Erica Parente, ottavino; Vittorio Coviello, Erica Parente e Rosalba Pettrone, flauti; Agostino Napolitano e Alessandro Verrillo, clarinetti; Federica Sarracco, violino; Emilio Mottola, violoncello; Christian Di Meola, percussioni; Lucio Maioriello e Domenico Palmieri, pianoforte; Davide Giangregorio, voce narrante e recitante. Il pubblico ha ascoltato il concerto sciogliendosi poi in un lungo e commosso applauso. “Plaudo a questo progetto riconoscendogli un grande valore. La musica deve impegnarsi a essere un fiero baluardo della memoria, una testimonianza inestimabile da consegnare alle nuove generazioni” – ha sottolineato il Prefetto Blasco. Il CD ‘Le Note della Memoria: la musica ‘spezzata’ della Shoah’ vanta un’ampia prefazione redatta dal Ministro dell'Istruzione, Francesco Profumo e una presentazione curata dal Direttore Generale AFAM, Giorgio Bruno Civello. Il lavoro è frutto di uno studio avviato anni fa dal Maestro Vendemia che ha selezionato, attraverso un meticoloso e appassionato percorso di ricerca, alcuni canti particolarmente intensi e significativi. Il materiale musicale, reinterpretato, è stato corredato di una traduzione italiana dei testi originali e arricchito da una approfondita introduzione storica. Tutti i brani sono stati registrati presso la sala d’incisione ‘Mike Mosiello’ del Conservatorio con la collaborazione del Maestro Gustavo Adolfo Delgado in qualità di Sound engineering & mixing. Terminato il concerto il Prefetto, insieme ai sindaci dei Comuni di Apice, Foglianise e San Giorgio del Sannio, ha consegnato quattro Medaglie d’Onore concesse dal Presidente della Repubblica a cittadini sanniti deportati e internati nei lager nazisti. Tra gli applausi, le medaglie sono state conferite a Antonio Luciano Carideo e ai familiari di Ciriaco Iacoviello, Angelo Mastrocinque e Cosimo Mercurio. A conclusione della manifestazione tredici cittadini italiani sono stati insigniti di Onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, conferite dal Presidente della Repubblica: Arturo Mongillo, Maria Teresa Cifelli, Angelo Di Donato, Antonio Grasso, Antonio Iannace, Antonio Forni, Ermanno Fucci, Giovanni Mangraviti, Pietro Pelosi, Claudio Pirozzi, Roberto Ragucci, Antonio Tangredi, ai familiari di Alfredo Nobile.



Articolo di / Commenti