Piccoli Comuni e aree interne, audizione in Regione. Obiettivo: "Contrastare lo spopolamento"

11:40:34 2449 stampa questo articolo
Audizione Consiliare NapoliAudizione Consiliare Napoli

A Napoli l’Associazione Nazionale Piccoli Comuni Italiani sono stati ascoltati dalla Prima Commissione permanente delle Regione Campania.

Si è svolta a Napoli, presso la sede del Consiglio Regionale della Campania un’importante e partecipata audizione innanzi alla Prima Commissione permanente Affari istituzionali – Autonomie Locali su temi inerenti le problematiche e le misure di sostegno da intraprendere a favore dei comuni fino a 5.000 abitanti. L’audizione è stata convocata dal presidente della Commissione Alfonso Piscitelli su richiesta dell’ANPCI Campania ed ha visto la partecipazione della presidente del Consiglio Regionale della Campania Rosetta D’Amelio, di consiglieri regionali oltre che una nutrita delegazione di sindaci ed amministratori locali.

Nel corso dell’audizione è stato riconosciuto da tutti il ruolo determinante delle realtà comunali di minori dimensioni nell’attuale contesto sociale per una serie di motivazioni tra cui la difesa degli habitat naturali e salvaguardia dell’ambiente, difesa della storia, cultura, tradizioni, identità locali, corretta gestione del territorio in particolar modo quello montano, erogazione di servizi essenziali alle persone, salvaguardia delle eccellenze enogastronomiche, paesaggistiche, storiche, architettoniche ed ambientali.

Dopo aver preso atto della grande quantità dei comuni inferiori a 5.000 abitanti nelle provincie della Regione Campania e della imponente fascia di popolazione che vi risiede,si è registrata la grande disponibilità sia del presidente della Commissione Alfonso Piscitelli, che del presidente del Consiglio Regionale Rosetta D’Amelio e dei consiglieri regionali intervenuti Sommese e Bosco ad attivare e favorire ogni iniziativa da parte della Regione Campania che tenda a contrastare lo spopolamento in atto e salvaguardare queste realtà contrastando la desertificazione di grandi aree geografiche della Regione. I primi segnali importanti potranno essere dati dalla elaborazione di una legge regionale ad hoc e dalla istituzione nel prossimo bilancio di un capitolo dedicato ai piccoli comuni.

La delegazione dell’ANPCI Campania è stata guidata dal vicepresidente nazionale Arturo Manera e dal sindaco di Ginestra degli Schiavoni Zaccaria Spina, componente del direttivo dell’Ufficio di presidenza nazionale.Sia Manera che Spina hanno riconosciuto la grande valenza dell’audizione ed hanno preso atto della grande sensibilità ed impegno dell’Amministrazione Regionale nei confronti delle istituzioni locali che maggiormente oggi soffrono di una crisi non solo economico-finanziaria ma anche normativa in seguito ad una Legislazione Nazionale che, negli ultimi anni, tende a penalizzare le autonomie locali e le realtà di minori dimensioni.  Manera e Spina hanno effettuato delle proposte che mirano ad introdurre, per i piccoli comuni, criteri di premialità nei bandi per l’accesso ai fondi e norme che inseriscano fiscalità di vantaggio per i residenti oltre a procedimenti semplificati in tema di commercio, protezione civile, scuola e sanità ed una serie di priorità nell’adeguamento delle reti viarie di collegamento. Della delegazione per la provincia di Benevento oltre a Zaccaria Spina sono intervenuti il sindaco di Buonalbego Michele Antonio Panarese, quello di Montefalcone Valfortore Olindo Vitale ed il presidente del Consiglio Comunale di Circello Gabriele Iarrusso.



Articolo di Istituzioni / Commenti