Boeing precipitato in Etiopia. La Lonardo interroga il ministro Toninelli

16:32:0 498 stampa questo articolo
Boeing precipitatoBoeing precipitato

"Fare controlli stringenti, necessari ed urgenti".

“Ho presentato oggi una interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, per chiedere se non ritenga opportuno bloccare le compagnie che hanno in uso la stessa tipologia del Boeing 737, caduto ieri in Etiopia". 

Così, Sandra Lonardo senatrice di Forza Italia che è intervenuta sulla tragedia del Boeing 737 dell'Ethiopian Airlines partito da Addis Abeba e diretto Nairobi ma precipitato poco dopo il decollo. 157 le persone a bordo del velivolo, nessuno purtroppo è scampato alla tragedia. Tra le vittime anche otto italiani: l'assessore ai Beni culturali della Regione Sicilia Sebastiano Tusa, Virginia Chimenti, Maria Pilar Buzzetti e Rosemary Mumbi della FAO, tre cooperatori Carlo Spini e la moglie Gabriella Vigiani e Matteo Ravasio. Morto anche Paolo Dieci presidente della ong Cisp e rete LinK 2007. 

La Lonardo chiederà a Toninelli se sia il caso di "mettere a terra le macchine, come chiede l’Associazione nazionale Piloti" e "fare controlli stringenti, necessari ed urgenti, onde assicurare e garantire le norme di sicurezza per i passeggeri, tenendo anche conto che già alcuni Paesi hanno scelto di fermare i Boeing 737 max 8”. 



Articolo di Partiti e associazioni / Commenti