Città del Vino, Febbraro: "Scarinzi non chiarisce se kermesse sia stata rappresentativa"

16:38:39 706 stampa questo articolo
Alberto FebbraroAlberto Febbraro

"Non mi pare che vi siano state 'gelosie' da parte di esponenti di partito".

“Lo Scarinzi-pensiero è piuttosto contorto. Nessuno può smentire che il riconoscimento Sannio Città Europea del Vino sia una grande occasione per il nostro territorio". A dirlo è Alberto Febbraro portavoce cittadino di Fratelli d'Italia che replica alle parole del consgiliere comunale di Benevento, in quota Forza Italia, che nelle scorse ore era intervenuto sul tema del Sannio Capitale Europea del Vino. 

"Non mi pare - scrive Febbraro - che vi siano state 'gelosie' da parte di esponenti di partito ed è evidente il riferimento a quanto espresso dal portavoce provinciale di Fratelli d'Italia Federico Paolucci, poiché l'unico ad aver mosso una riflessione sulla manifestazione inaugurale dell'altra sera, affermando semplicemente che la serata è stata deludente e per 'pochi intimi' e che questo non può certamente essere un buon abbrivio per una evento di così grande interesse per il Sannio".

E conclude: "Quindi, siamo tutti d'accordo che l'Evento vada valorizzato il più possibile, ma Scarinzi, al di là di un 'volemose bene', non chiarisce se per il suo autorevole pensiero, la kermesse (riservata ai politici e non ai rappresentanti del comparto vinicolo) sia stata sufficientemente rappresentativa del titolo che il Sannio è riuscito a conquistare, in un'ottica di rilancio del Territorio sul mercato nazionale ed internazionale".



Articolo di Partiti e associazioni / Commenti