Comunali S. Lorenzello. L'opposizione non si compatta. Sì Adesso: "Liberi di intraprendere tutte le strade"

13:52:1 1004 stampa questo articolo
Comune San LorenzelloComune San Lorenzello

Il gruppo: "rotto il patto, in quanto l’unica strada per fondere le due esperienze politiche era l’individuazione di un nuovo capolista".

Si accendono i motori della campagna elettorale a San Lorenzello dove nella prossima primavera i cittadini saranno chiamati a rinnovare il locale Consiglio Comunale e fascia tricolore. A scendere in campo, è l’associazione “Sì Adesso” nata, nel centro titernino, il 29 novembre 2017.

“L’obiettivo – spiegano in una nota – è di giungere nei prossimi mesi, con l’apporto dei cittadini, delle forze sociali ed economiche del paese, alla definizione di un progetto politico per San Lorenzello e, inoltre, per cercare nuovi percorsi per la formazione di una classe dirigente all’altezza delle responsabilità che la modernità ci impone”.

Secondo il gruppo politico: “L’Amministrazione Lavorgna ha compiuto e compie scelte in conflitto con l’interesse della Comunità, blocca la partecipazione Democratica ed il progresso del Paese, con grave danno per la qualità della vita dei Laurentini. Per queste ragioni abbiamo ritenuto, non più rinviabile, proporre un progetto politico alternativo alle elezioni comunali di questa primavera, di cambiamento nell’approccio amministrativo, rimanendo aperti al contributo di chi è in sintonia con la nostra posizione politica di rinnovamento”.

La novità del percorso politico doveva essere rappresentata anche dal ‘intrapreso’ cammino comune con il gruppo politico “Giusta Direzione” dell’ex sindaco Gianni Di Santo che, spiegano: “rappresenta l’attuale minoranza consiliare, per elaborare un programma politico condiviso, definendo insieme ‘i criteri per l’individuazione del capolista’, condizione imprescindibile al fine di trovare una sintesi tra le due anime del nascente gruppo”.

Poi il colpo di scena. “Il 25 febbraio 2019, i due gruppi – si legge ancora nella nota – hanno delineato il percorso operativo da mettere in atto, costituendo una cabina di regia composta da Mario Fappiano e Ottavio Coppola per Sì Adesso, Rosario Festa e Alfredo Lavorgna per Giusta Direzione, con lo scopo di elaborare il programma politico e, soprattutto, per ‘l’individuazione di un nuovo capolista’. Tre giorni fa ci è stato proposto il nome di Emilia Anzovino, moglie di Gianni Di Santo, nome, a detta dei proponenti, che non si può mettere in discussione per una logica politica interna al gruppo di Giusta Direzione. Abbiamo ritenuto questa proposta una presa in giro ed, evidentemente, un maldestro gioco di prestigio messo in scena per tenere in vita la candidatura di Gianni Di Santo, gioco a cui noi non partecipiamo. A seguito di ciò, visto che è stato rotto il patto, in quanto l’unica strada per fondere le due esperienze politiche era ‘l’individuazione di un nuovo capolista’, il gruppo Sì Adesso, a due mesi e mezzo dalle elezioni, si ritiene libero di intraprendere tutte le strade, sempre in alternativa all’attuale amministrazione comunale, in coerenza con lo statuto della nostra associazione e con il percorso politico fin qui imboccato”.



Articolo di Dai Comuni / Commenti