Primarie PD: via alle consultazioni. Nel Sannio alle 12.00 i votanti erano 3.800 FOTO e VIDEO

12:42:30 2968 stampa questo articolo
Primarie PDPrimarie PD

In Campania si vota per eleggere anche il segretario regionale e l’assemblea regionale.

È partita alle 8.00 di questa mattina la consultazione delle Primarie del Partito Democratico dalla quale uscirà il nome del nuovo segretario nazionale dei Dem. Tantissimi i seggi allestiti in provincia mentre in città si vota all’Hotel President di via Perasso. I seggi, resteranno aperti fino alle 20.00 di questa sera quando con i vertici democratici che sperano di raggiungere l’obiettivo del milione di votanti. Alle ore 12.00 nel Sannio si erano recati ai seggi 3.800 persone per quella che è stata descritta come un’azione di “partecipazione autentica”.

A sfidarsi: Maurizio Martina, Roberto Giachetti e Nicola Zingaretti. L’assise nazionale è composta da 1.000 membri, di cui 4 eletti nel collegio della provincia di Benevento. L’assemblea regionale conta invece 225 delegati, 12 i sanniti che dovranno essere eletti.

In Campania, occhi puntati anche sul voto per la segreteria regionale dove in campo oltre al deputato sannita Umberto Del Basso De Caro ci sono anche Pantaleone Annunziata e Armida Filippelli. In questo caso, risulteranno eletti coloro i quali, nelle rispettive assise, abbiano riportato la maggioranza assoluta dei membri. Qualora nessun candidato abbia riportato tale maggioranza, il presidente dell’assemblea nazionale, ovvero regionale, indice, nella seduta di insediamento, il ballottaggio a scrutinio segreto tra i due candidati collegati al maggior numero di componenti e proclama eletto segretario il candidato che ha ricevuto il maggior numero di voti validamente espressi.

Come si vota

Possono partecipare al voto tutte le elettrici e gli elettori (anche i non iscritti al PD) che, al momento del voto, rientrino nei requisiti di cui all'art.2, comma 3, dello Statuto del PD, ovvero le elettrici e gli elettori che “dichiarino di riconoscersi nella proposta politica del Partito Democratico, di sostenerlo alle elezioni, e accettino di essere registrate nell'Albo Pubblico delle elettrici e degli elettori”.

Chi ha tra i 16 ed i 18 anni, gli studenti e lavoratori fuorisede ma anche gli immigrati comunitari ed extracomunitari regolari possono votare alle Primarie ma solo se si sono registrati sul sito la cui scadenza era fissata alle 12.00 del 25 febbraio scorso.

Per poter esprimere il proprio voto, è tenuto ad esibire il proprio documento di riconoscimento e la propria tessera elettorale ed a devolvere un contributo di due euro. Gli iscritti al Partito Democratico, in regola con il tesseramento, non sono tenuti al versamento del contributo di due euro. Il voto si esprime tracciando un segno (unico) su una delle liste di candidati. Bisogna sapere che votando il candidato segretario si vota automaticamente anche la lista a lui collegata e dunque i delegati che entreranno in assemblea nazionale

 



Articolo di Partiti e associazioni / Commenti