Questione Infrastrutture, De Caro: "Il DL Sblocca Italia non riguarda Fortorina e Napoli-Cancello, opere già partite"

11:50:10 1042 stampa questo articolo

Umberto Del Basso De Caro, parlamentare PD nonché ex sottosegretario alle Infrastrutture, ha illustrato nel corso della conferenza stampa di questa mattina, la questione Infrastrutture, chiarendo il quadro del settore e come vadano interpretati i vari decreti che il Governo sta varando, a partire dal cosiddetto "Sbloccacantieri".

Umberto Del Basso De Caro siede nella Camera dei Deputati e fa parte della VIII COMMISSIONE (AMBIENTE, TERRITORIO E LAVORI PUBBLICI), inoltre è stato sottosegretario - con l'ultimo governo DEM - alle Infrastrutture. Ha convocato una conferenza per illustrare alla stampa ed all'opinione pubblica lo stato della situazione.

"Non c'è un problema di sblocca cantieri - esordisce - perché le opere ferroviarie sono tutte commissariate con il DL "Sblocca Italia". Le altre opere sono oggetto di una programmazione. Lo sblocca cantieri riguarda un'altra cosa: le procedure, asseritamente più rapide. Io spero che sia così - continua - ma a me non interessava questo. Io ho voluto questo incontro unicamente per fare il punto della situazione, perché giustamente i cittadini si chiedono cosa succede per la Telesina o la Fortorina?".

"La Fortorina è stata aggiudicata - sottolinea l'onorevole Del Basso De Caro - Il 18 di giugno firmano il contratto e naturalmente, poi, vi sono altri 175 milioni di euro per proseguire fino a San Bartolomeo. E anche questa è nella programmazione Anas. Lo stesso discorso vale per la Telesina dove c'è un rilievo formale che riguarda la Sovrintendenza all'archeologia e va al Cipe in questo mese dopodiché viene pubblicata la gara. Sono 800 milioni di euro, ma anche questa è nella programmazione Anas. Poi per la rete ferroviaria: primo, secondo, terzo e quarto lotto sono aggiudicati. Cioè Napoli-Cancello, Cancello - Frasso Telesino, Frasso Telesino - San Lorenzo Maggiore, Apice - Grottaminarda sono aggiudicati, cioè è stato prescelto il soggetto contraente".

"Naturalmente - conclude - dobbiamo far partire i lavori, ma per primo e secondo lotto i cantieri sono già partiti. Cioè per Napoli - Cancello e Cancello - Frasso, i lavori sono già sono in essere. Poi c'è un discorso che riguarda la Benevento - Caserta che nella programmazione l'hanno spostata in avanti  di due anni  (il governo gialloverde NDR) e anche di questo vi darò conto. E poi c'è il problema del quale pure si parla molto a sproposito del passaggio della gestione della tratta ferroviaria Benevento Napoli via Cancello: si dice dalla Regione come Tpl, allo Stato, cioè a RFI, cosa che io ho sempre auspicato".



Articolo di Partiti e associazioni / Commenti