Politiche, a Benevento il Ministro Catania con i candidati dell’Udc

9:11:4 4594 stampa questo articolo

Continuano gli appuntamenti per la campagna elettorale. Nel pomeriggio di lunedì 11 febbraio, a Benevento, presso l’Hotel President si è tenuta la manifestazione elettorale dell’UdC con la presenza dei candidati al Senato Arturo Mongillo, Lucio Rubano e Lucio Romano e alla Camera dei Deputati Bruno Casamassa, Margherita Giordano e Gennaro Santamaria e con la partecipazione del capolista Campania 2 del Ministro all’Agricoltura Mario Catania. Il primo intervento è stato quello di Andrea Maio, coordinatore cittadino Giovani UdC di Benevento che ha auspicato un rinnovamento nell’approccio alla politica per il bene del paese. “Ottimista lo sono per natura – ha affermato il giovane esponente dell’UDC sannita – in questo contesto lo sono per una sorta di discendenza concettuale evolutiva, che non ci vede i più forti, ma a mio avviso, i più ricettivi al cambiamento”. Di seguito, Margherita Giordano, sindaco di Forchia e candidata alla Camera, ha affermato che l’Italia viene da una malattia grave e pertanto ci è stato bisogno di una cura dolorosa. Ha rivolto, inoltre, attenzione all’importanza dell’agricoltura per la crescita del Paese ed ha incoraggiato i giovani affinché ricostruissero la politica perché è un diritto e soprattutto un dovere. Lucio Rubano, candidato al Senato, ha evidenziato come ci sia stata la necessità di invocare riforme che, senza il consenso di tutte le forze politiche, non avrebbero trovato attuazione. Arturo Mongillo, anch’egli in gara per il Senato della Repubblica, ha invitato tutti a ritornare su quelli che sono i valori cristiano-democratici per mettersi a servizio della società attuale. Bruno Casamassa, candidato alla Camera dei Deputati, ha marcato in maniera chiara quanto possa essere necessario investire in agricoltura sia per l’occupazione giovanile che per il futuro del territorio. Ha concluso aggiungendo che desidera conferire dignità alla realtà sannita che ha bisogno di notevoli interventi. Lucio Romano, Presidente dell’Associazione ‘Scienza e Vita’, candidato al Senato – Lista Monti, dopo aver rilevato la fase di crisi in cui versa l’Italia, ha proposto di “ri-declinare il vocabolario della politica” recuperando i valori giusti che pongono al centro la persona e la comunità per credere in un progetto di condivisione di valori essenziali. All’incontro era presente anche Roberto Costanzo che ha ripercorso tutte le tappe storico-politiche che hanno segnato i momenti importanti del Paese. Si è mostrato, inoltre, entusiasta della presenza del Ministro Catania ed ha rilevato la centralità del territorio, della valorizzazione delle risorse agricole e l’importanza delle Politiche Agrarie Comunitarie che, dal 1957, hanno aiutato e continuano a supportare i paesi europei. Il segretario provinciale del partito, Gennaro Santamaria che ha invitato i numerosi dirigenti, amministratori e militanti UdC a darsi da fare in questa fase conclusiva della campagna elettorale per cercare di convincere i cittadini ad andare a votare. “So che la gente è disgustata dalla politica e soprattutto dai comportamenti dei politici – ha affermato il Segretario Provinciale dell’UdC – e anche per questo siamo convinti che sul piano locale debbano essere combattuti quei comportamenti che discreditano le istituzioni”. Ovviamente, il riferimento di Santamaria è a quanto sta accadendo all’Amministrazione Provinciale di Benevento e al Comune capoluogo.
Le conclusioni dell’incontro sono state affidate al Ministro dell’Agricoltura Mario Catania il quale ha esordito facendo riferimento al passato quadro economico critico sottolineando che si era vicini al dissesto, ma il peggio è passato. Dopo aver fatto riferimento alla responsabilità di un “bipolarismo muscolare “ e alle condizioni in cui il Governo ha consegnato l’Italia a Monti, ci invita a riflettere. Occorre ora rilanciare la crescita e con tassi di interessi più bassi grazie alla manovre montiane, oggi possiamo allentare la fiscalità, disinnescare il “punto di IVA” e rilanciare l’occupazione. Occorre inoltre contenere la spesa pubblica con tagli agli sprechi, ai costi della politica che purtroppo – ha aggiunto – il PD e il PDL non ci hanno consentito di fare. Attenzione va rivolta anche ad un modello di sviluppo nuovo sia per l’Agricoltura che per tutto il sistema agroalimentare”. Ha concluso inoltre dicendo ”perché l’UdC dentro il perimetro di Monti?” Innanzitutto perché crede che la politica la si fa con i partiti e poi perché si rispecchia nei valori a cui l’UdC è attenta. Il Ministro Catania, ha infatti sottolineato quanto sia fondamentale il valore della famiglia ed una società solidale concludendo che “rifiuta tutti quei modelli di selezione spietata e che predilige un’Italia di chi aiuta il prossimo in difficoltà”.



Articolo di / Commenti