Porshe 911 avra' Apple Car, Android bocciato perche' troppo curioso

12:13:7 4474 stampa questo articolo
PorshePorshe

Poche settimane fa, in occasione del salone dell'auto di Francoforte, Porsche ha presentato le nuove versioni di quella che è probabilmente la sua auto più fortunata: il celebre modello Porsche 911. 

I due nuovi modelli presentati, ovvero la versione 'Carrera' e la versione 'Carrera S', sono equipaggiati col nuovo motore 3.0 Turbo, hanno una potenza dichiarata, rispettivamente, di 370 cavalli e 420 cavalli, e sono in grado di passare da 0 a 100Kmh in 4,2 e 3,9 secondi raggiungendo una velocità massima di 295Kmh (Carrera) e 308Kmh (Carrera S). 

Le nuove Porsche mostrano un consistente miglioramento sul piano dei consumi rispetto ai modelli precedenti, quantificato in circa il 12%: Carrera promette infatti di consumare 7,4 l/100Km e Carrera S 7,7 l/100Km.

Negli stessi giorni in cui veniva mostrato al pubblico il nuovo modello Porsche 911, è anche arrivata una notizia che non ha mancato di incuriosire tanto gli appassionati di motori quanto quelli di tecnologia: la casa automobilistica di Stoccarda ha infatti reso noto che sui futuri modelli di Porsche 911 non sarà installata la tecnologia Android Auto di Google, bensì la rivale Apple CarPlay.

A spingere Porsche ad abbandonare la tecnologia di Google sarebbe proprio l'eccessiva 'curiosità' del colosso di Mountain View nei confronti delle caratteristiche e delle prestazioni della vettura: Android Auto, infatti, raccoglierebbe un'enorme mole di dati che includono la temperatura dell'olio e del liquido di raffreddamento, la posizione della valvola a farfalla, la velocità di guida, il numero di giri del motore ed altro ancora, per poi inviare queste informazioni ai server di Google.

Dal canto suo, l'azienda di Cupertino, con la sua Apple CarPlay, non chiede altro che di sapere se l'auto stia accelerando mentre il suo sistema è attivo; benché ufficialmente Porsche spieghi la sua scelta con la volontà di garantire la riservatezza dei propri clienti, appare evidente come l'azienda sia piuttosto preoccupata di divulgare il bagaglio di competenze tecnologiche e meccaniche che sta alla base del successo delle proprie auto. 

Non è poi sfuggito a molti un piccolo 'conflitto di interessi' che grava su Google in questa vicenda: è infatti noto che la stessa azienda stia sviluppando a sua volta una propria auto, la Google Car, e ritrovarsi in mano tutti questi dati potrebbe consentire di risparmiare tempo e fondi sulla ricerca per la sua messa a punto. Va comunque sottolineato che sono numerosi i produttori di automobili che si affidano alla tecnologia sviluppata da Google senza porsi questo genere di problemi, così come bisogna aggiungere che 'BigG' è una delle più importanti aziende a livello mondiale, e probabilmente non avrebbe bisogno di ricorrere a simili 'astuzie'.
Un commento da parte dell'azienda di Mountain View arriva dalla sua portavoce, Liz Markman, che intervistata da 'Motor Trend' ci tiene a precisare come Google sia da sempre attenta a tutelare la privacy dei propri utenti e che infatti, nel caso specifico, il guidatore può in qualunque momento scegliere di revocare l'autorizzazione al trasferimento dei propri dati. Inoltre, la maggior parte delle informazioni raccolte, vengono utilizzate esclusivamente per rendere più piacevole l'esperienza di guida e per migliorare la sicurezza dei passeggeri: ad esempio, a seconda della situazione, Android Auto invita il guidatore ad utilizzare i comandi vocali scoraggiando l'utilizzo della tastiera dello smartphone così da non compromettere il suo livello di attenzione.

Comunque sia, i futuri possessori di Porsche 911 non potranno affidarsi al sistema Android, di gran lunga il più utilizzato, e dovranno invece provvedere all'acquisto di un iPhone o di un altro dispositivo provvisto di iOS, se vorranno sfruttare appieno la tecnologia della propria auto.
Prodotta a partire dal 1963 (e dal 1975 nella versione Turbo), la Porsche 911 è sicuramente uno dei modelli di auto sportive più celebri di tutti i tempi, ed ogni nuova versione viene accolta con rinnovato entusiasmo. Dopo oltre 50 anni di Storia, questa splendida auto è ancora oggi una delle più ricercate anche nel mercato dell'usato, soprattutto nella sua versione Turbo: basti vedere l'interesse che suscita la Porsche 911 turbo sui maggiori siti di compravendita di auto online come questo.
 



Articolo di Tecnologia & Internet / Commenti