il quaderno benevento
[https://tinyurl.com/opdlbga]

Flavio Feleppa: i mille volti della fisarmonica

Flavio Feleppa
Flavio Feleppa
Per il musicista Flavio Feleppa (classe 1986) lo studio della fisarmonica, iniziato a dieci anni sotto la guida di Nazzareno Fiorillo, è stato all’inizio poco più di un gioco, un piacevole passatempo invogliato dai genitori e da alcuni parenti appassionati allo strumento. Questa passione, destinata nel giro di pochi anni a diventare il centro del percorso di crescita del musicista beneventano, “è rimasta superficiale”, come lo stesso Feleppa ci racconta, “fino ai 16/17 anni, con una continua alternanza fra momenti di studio intenso e fasi di totale disinteresse musicale”.

Dopo la maturità Feleppa ha frequentato per tre anni la facoltà di ingegneria delle telecomunicazioni presso l’Università del Sannio e parallelamente ha collaborato con orchestre-spettacolo locali e si è esibito in vari locali sanniti, ma la vera svolta è arrivata nell’estate del 2008 quando ascoltando un disco jazz di Frank Marocco (noto fisarmonicista jazz americano), ha scoperto un nuovo mondo. E’ nata da qui la voglia e la passione di esplorare questa nuova cultura musicale, ed il jazz ha aperto al musicista sannita le porte di un nuovo percorso di formazione, con lezioni private con il pianista Patrizio Bromuro per acquisire le nozioni basilari e culturali del nuovo genere.

Lasciare la facoltà di ingegneria per dedicarsi a tempo pieno alla musica è stata senza dubbio una scelta non facile per il giovane fisarmonicista, ma dettata dalla forte passione musicale che cresceva di giorno in giorno. Nel febbraio 2009 Feleppa ha iniziato a frequentare il triennio di jazz presso il Conservatorio Nicola Sala di Benevento, dove ha avuto la fortuna di studiare con maestri come Renato Gaudiello,Gianluca Podio, Aldo Bassi, Rosa Montano, e attualmente prosegue gli studi fisarmonicistici presso la Repubblica di San Marino, sotto la guida del maestro Emanuele Rastelli, “nonché amico e maestro di vita”.

Varie sono state le esperienze artistiche che hanno arricchito il percorso di formazione del giovane musicista. Oltre a diversi seminari con fisarmonicisti del panorama mondiale quali Massimiliano Pitocco, Jean Marc Fabiano, Alexander Dmitriev, Renzo Ruggirei e Adriano Ranieri, Flavio Feleppa ha anche partecipato a numerosi Concorsi Nazionali. L’ultimo successo? Il “V Trofeo Internazionale Città di Greci” svoltosi nei giorni scorsi in provincia di Avellino. E il prossimo? La selezione dei candidati italiani per la partecipazione alla 63a Coupe Mondiale CIA (Imc-Unesco) della fisarmonica, che si terrà a VaraĹždin (Croazia) dal 19 al 25 Ottobre 2010, su verdetto di una giuria internazionale.

Ma l’attività di Feleppa non si ferma certo qui. “Dallo scorso anno – afferma il musicista beneventano - sono socio fondatore dell’associazione ‘Amici della fisarmonica’, nata in collaborazione con Futuridea presieduta da Carmine Nardone, un gruppo di fisarmonicisti sanniti spinti dalla voglia di diffondere la cultura musicale di questo strumento e soprattutto di valorizzarlo”.

Le maggiori soddisfazioni per il nostro Feleppa? “Ho tanta strada da fare e sono solo all’inizio del mio percorso formativo, ma l’impegno viene sempre premiato e sono molto soddisfatto dei risultati che sto ottenendo, sia ai vari concorsi, sia nella vita privata. Essere circondato quotidianamente da musicisti validi ma soprattutto da amici è davvero importante!”. A tal proposito il fisarmonicista cita “alcune delle persone che hanno trasformato il mio modo di vedere le cose e mi fanno crescere di giorno in giorno”, fra cui il pianista Gianluca Grasso, i maestri Rastelli, Gaudiello e Miranda, e anche due ‘vecchi amici’ della nostra rubrica musicale, i musicisti Francesco Ciniglio e Andrea Verlingieri. Ma il quadro non sarebbe completo senza altri due tasselli fondamentali. “Devo costantemente ringraziare i miei genitori - dice Feleppa - che mi sostengono in tutto e fanno enormi sacrifici affinché il figlio realizzi il proprio sogno di ‘diventare un musicista da grande’, e la mia fidanzata Federica, grande sostegno in tutto quello che faccio”.

Fra i progetti di Flavio Feleppa va citata anche la nascita di un progetto in quartet e la registrazione di un cd. “Sono davvero all’inizio della mia vita musicale ma impegnerò tutte le mie forze! La cosa che mi spinge è sicuramente l’amore per la musica, ma il mio obiettivo è anche quello di trasformare gli orizzonti e la cultura del mio strumento nella nostrana realtà sannita. La fisarmonica è uno strumento poliedrico utilizzabile non solo nella musica da ballo, ma anche nel jazz, nelle big band, nelle musiche da film e tant’altro. Non vedo perché debba essere penalizzato”.

Tanti progetti e buoni propositi, dunque, per questo giovane e promettente musicista campano. “Il mio sogno nel cassetto è soprattutto quello di diventare un bravo musicista. Voglio che la musica mi dia la possibilità di vivere onestamente. Non chiedo altro dalla vita.” E noi, ovviamente, glielo auguriamo!
Link: www.myspace.com/flaviofeleppa
Carlotta Nobile


:: Questo articolo è stato stampato dal quotidiano online ilQuaderno.it ed è disponibile al seguente indirizzo:
http://www.ilquaderno.it/flavio-feleppa-mille-volti-fisarmonica-45109.html (url breve https://tinyurl.com/opdlbga)