Quali sono le lingue più importanti per il futuro professionale di un giovane?

10:58:56 21580 stampa questo articolo
LingueLingue

Capita spesso, quando si cercano in Rete citazioni di personaggi famosi di incontrare la seguente: “Conoscere una seconda lingua significa possedere una seconda anima”; sembra che l’autore sia Carlo Magno; difficile dire se colui che sarebbe diventato il primo imperatore del Sacro Romano Impero abbia effettivamente pronunciato queste parole che forse qualcuno potrà trovare anche un po’ esagerate; quello che però è certo è che, seconda anima o no, conoscere una lingua straniera è importante per molti motivi.

Conoscere una lingua straniera può toglierci da situazioni imbarazzanti

Sicuramente saper parlare bene una lingua straniera è un plus non da poco in mondo come il nostro che è sempre più globalizzato; non c’è niente di peggio che trovarsi all’estero e non sapersi districare nelle circostanze più banali perché non si comprende quanto ci sta dicendo il nostro interlocutore straniero.

Chi si è trovato in una situazione simile sa quanto ciò può risultare frustrante e talvolta anche piuttosto imbarazzante. Diciamolo francamente, se ci troviamo all’estero per turismo e non conosciamo mezza parola dell’idioma locale saremo sempre costretti a dipendere da altre persone.

Conoscere una lingua straniera è importantissimo a livello professionale

A livello professionale la conoscenza di una o più lingue straniere non è più un plus; è una condizione che è diventata indispensabile se vogliamo far decollare la propria carriera in determinati ambienti professionali.

Tutte o quasi le imprese richiedono ai propri collaboratori il requisito di una conoscenza più o meno approfondita di una lingua straniera, se ne conosciamo più di una, ancora meglio. Ma quali sono le lingue più importanti a livello professionale?

Potremmo dire, per non far torto a nessuno, che tutte le lingue straniere sono uguali per importanza, ma forse è più corretto dire, parafrasando un po’ le parole del grande scrittore George Orwell, che tutte le lingue straniere sono uguali, ma alcune sono più uguali delle altre.

Battute a parte, è indubbio che a livello professionale vi sono alcune lingue più ricercate di altre, pensiamo per esempio all’inglese, al francese, al tedesco e allo spagnolo, ma non solo. Anche la conoscenza di russo, giapponese, portoghese, arabo, coreano e cinese può rivelarsi importantissima per la propria carriera lavorativa.

Cosa può fare uno studente che vuole padroneggiare bene una lingua straniera?

Chi ha una grande passione per le lingue straniere può innanzitutto valutare la scelta di un istituto scolastico più indirizzato di altri verso l’apprendimento di una lingua straniera; il primo pensiero va ai “licei linguistici”, ma molta importanza alle lingue è data anche negli istituti di “ragioneria e commercio estero” e nelle “scuole alberghiere”.

A prescindere dall’indirizzo scolastico scelto, è importantissimo dedicarsi allo studio di una nuova lingua con grande passione e dedizione; è fondamentale dedicarle molto tempo perché un conto è formulare facili frasi, un altro è capire e farsi capire da un interlocutore straniero.

È poi importantissimo fare esperienza in terra straniera; una delle migliori opportunità in questo senso è la vacanza studio all’estero, un’esperienza formativa a tutto tondo che unisce studio e divertimento, utilissima per affinare la conoscenza di un’altra lingua.

A questo proposito, la proposta Estate INPSieme 2023 è particolarmente interessante e offre la possibilità di scegliere fra molte lingue straniere (per esempio inglese, spagnolo, francese, tedesco, coreano o giapponese) e bellissime destinazioni diverse (Inghilterra, Irlanda, USA, Giappone, Singapore, Malta, Francia, Spagna, Germania ecc.). 



Articolo di Scuola / Commenti