Quando conviene richiedere la cessione del quinto?

15:1:13 6304 stampa questo articolo
PrestitoPrestito

La cessione del quinto è un'opzione finanziaria che, in sintesi estrema, permette di ottenere un prestito presentando come garanzia il proprio stipendio o la propria pensione. Si tratta di una soluzione molto diffusa e apprezzata in Italia, ma è comunque il caso di chiarire alcuni dubbi, specialmente se si fa riferimento ad una domanda piuttosto classica: quando conviene richiedere la cessione del quinto? Vediamo alcune delle casistiche più gettonate in assoluto.

Per finanziare progetti di breve o media durata

Uno dei principali motivi per cui si valuta la cessione del quinto è la necessità di finanziare progetti di breve o media durata. Questa tipologia di prestito, infatti, può essere utilizzata per coprire le spese legate ad eventi come le ristrutturazioni, l'acquisto di beni come auto o elettrodomestici, il finanziamento dei viaggi e altre esigenze di natura personale.

In secondo luogo, è possibile trovare varie proposte: in tal caso, si consiglia di confrontare le migliori offerte di cessione del quinto online, così da trovare la più interessante per le proprie esigenze. Per via della sua flessibilità, la cessione del quinto si rivela ideale per chi ha bisogno di una certa liquidità in tempi brevi, anche perché è possibile ottenere degli importi più elevati rispetto ai prestiti personali.

Quando si è in pensione

Anche i pensionati possono richiedere la cessione del quinto, usufruendo delle stesse condizioni previste per i lavoratori dipendenti. La garanzia offerta dalla pensione, infatti, permette ai soggetti in età avanzata di accedere a finanziamenti con tassi di interesse competitivi, e con condizioni più vantaggiose.

Inoltre, il rimborso avviene tramite la trattenuta diretta sulla pensione, facilitando la gestione delle rate e riducendo il rischio di insolvenza. Naturalmente rimane valido quanto detto poco sopra: per fare un esempio pratico, molti pensionati sfruttano la cessione del quinto per finanziare attività ludiche come le crociere e i viaggi all'estero.

Quando si è cattivi pagatori o protestati

La cessione del quinto diventa una soluzione quasi obbligata per chi ha avuto problemi finanziari in passato, e attualmente si trova inserito nella lista dei cattivi pagatori o protestati. Chiaro che, anche in questo caso, sarà necessario poter contare su un reddito come la busta paga o la pensione: un requisito fondamentale per richiedere questa particolare forma di finanziamento.

D'altronde, gli istituti di credito sono più propensi ad erogare finanziamenti alla categoria dei protestati proprio per la presenza di tale garanzia. Va poi detto che, grazie alla trattenuta diretta sulla busta paga o sulla pensione, il rischio di ulteriori inadempienze viene ridotto all'osso, senza ulteriori complicazioni.

Quando non si ha un garante

Infine, la cessione del quinto può diventare una buona opzione per chi non dispone di un garante. La caratteristica principale di questo tipo di prestito, infatti, è la seguente: la garanzia viene rappresentata dalla busta paga o dalla pensione del soggetto che richiede il prestito.

Concludendo, la cessione del quinto può diventare una forma di finanziamento utile in svariati casi, a partire dalla copertura delle spese impreviste. Consente infatti di ottenere una liquidità immediata, e spendibile in diversi modi.



Articolo di Guide al Risparmio / Commenti