Raddoppio Telese Caianello. Gli Industriali chiedono tempi celeri per i bandi

17:58:0 1313 stampa questo articolo
Filippo LiveriniFilippo Liverini

Durante la seduta di ieri, il CIPE ha approvato il progetto definitivo per il primo lotto della Telesina: 23,9 km al costo di 460 milioni di euro.

“Si tratta di un importante risultato e di un passo in avanti decisivo per il completamento di un’opera che rappresenta un asse viario strategico di collegamento Puglia/Campania/ Lazio - spiega Filippo Liverini presidente di Confindustria Benevento.

Le imprese da sempre ritengono che un sistema infrastrutturale efficiente è precondizione necessaria ed indispensabile per garantire la competitività di un territorio.
Siamo, dunque, convinti che solo la realizzazione delle opere strategiche (quali la Telese Caianello sul fronte stradale e la Napoli Bari sul fronte ferroviario), sia in grado di determinare quell'elemento di rottura necessario a dare una svolta all'economia della nostra provincia.

Da uno studio commissionato da Confindustria Benevento al professor Ennio Forte dell’Università Federico II, sugli effetti che il raddoppio della Telese Caianello avrebbe sulla nostra economia, si evince che la realizzazione integrale dell'opera comporterebbe un incremento di PIL annuo pari a circa 240 milioni di euro e un incremento di occupazione, stimata in circa 1.300 unità lavorative per tre anni.

Se teniamo conto che la ricchezza prodotta dal territorio ammonta a 4,5 miliardi di euro è facile comprendere che potremmo, solo con il raddoppio dell’opera in esame, determinare la crescita di oltre il 5% annuo del Pil.

"Vorrei ringraziare Umberto del Basso de Caro, che ha seguito negli anni, i complessi e farraginosi passaggi del lungo processo di approvazione presso il CIPE di questa decisiva infrastruttura - dichiara Liverini -  Ma ovviamente il ringraziamento va a tutta la deputazione espressione del territorio che certamente ha assicurato il massimo supporto per il raggiungimento di un'altra importante tappa sulla strada del raddoppio. Questa vicenda, naturalmente, ci pone degli interrogativi sulla complessità del nostro sistema Paese che necessita di continui innumerevoli passaggi burocratici per la realizzazione di opere così strategiche".

"Auspichiamo che a questa ulteriore delibera del CIPE, segua la pubblicazione e assegnazione del bando di gara con l'apertura del cantiere - conclude Liverini - nonché il rispetto della tempistica di realizzazione. Siamo convinti che la nostra tenacia ed il lavoro di squadra anche in questo caso porterà al raggiungimento dei risultati sperati con ovvi risvolti positivi sotto vari aspetti.”



Articolo di Traffico & Trasporti / Commenti