Rapporti Italia Francia, Leonardo: l'accordo e la smentita

Tra Italia e Francia un passo avanti e due indietro, sembrerebbe: appena pochi giorni fa la visita oltr'alpe del Presidente italiano veniva salutata, almeno dai commentatori francesi, come un grande segno di riconciliazione tra i due Paesi, in rotta di collisione da quando si è installato il governo giallo-verde, (ma nemmeno i rapporti erano poi idilliaci negli anni precedenti).

Una riconciliazione, insomma, facilitata dal genio di Leonardo da Vinci, perché i due presidenti si ritrovavano al suo capezzale, ad Amboise, per il cinquecentenario della morte. Il giorno dopo, un tweet del Ministro della Cultura francese, Franck Riester, celebrava la riconciliazione grazie alla cultura, dicendo che finalmente gli Italiani avevano acconsentito al prestito al Louvre dell'Uomo vitruviano e e dell'autoritratto di Leonardo, opere in precedenza bloccate dal governo di Roma. Tempo cinque minuti, e sul sito del Ministero Italiano compariva un comunicato di Alberto Bonisoli: il ministro si diceva stupito e smentiva. Nel corso della visita istituzionale, nella quale era presente, non s'è proprio parlato di opere in prestito, precisava. E nessuna decisione è stata presa. Sembra di capire che il periodo, almeno quello pre-elettorale, resti complicato tanto da non lasciar funzionare nemmeno una pax culturae.

E pensare che ad Amboise, per compiacere l'ospite italiano, il coro aveva pure intonato il Va' Pensiero. Non proprio pertinente con Leonardo, ma tant'è. Qualche problema di comunicazione di sicuro c'è, tra i due Paesi.


8:41:45 900 stampa questo articolo


  • Elezioni europee: aperti i seggi in 21 Stati membri VIDEO
  • Elezioni europee, ultimo atto VIDEO
  • Meteo. Le previsioni per lunedì 27 maggio 2019
  • Flash mob con Roberto Bolle invade il centro di Napoli
  • Migranti: Ungheria, Repubblica Ceca e Polonia davanti alla Corte di giustizia europea
  • Elezioni Europee 2019. Dibattito dei candidati alla presidenza della Commissione LIVE ORE 21:00
  • Incontro Macron-Zuckerberg: nasce l'Autorità Garante dei Social Network
  • Ndrangheta, smantellato maxi traffico di hashish tra Spagna e Italia
  • Salerno, finge di fare foto con Salvini: "Non siamo più terroni di merda?" e per ordine del ministro le sequestrano il telefono
  • Napoli. Camorrista si fa raggiungere dalla moglie per far provviste per il rifugio: arrestato
  • Salvini a Modena, la rabbia dell'anziana: "Io ex sfollata di guerra, come si fa a respingere chi scappa dalla Libia?"
  • Lotta a fake news e odio: Facebook "banna" l'estrema destra
  • Italia, indietro tutta sui diritti delle donne. Il rapporto Censis fotografa la condizione femminile
  • Rapporti Italia Francia, Leonardo: l'accordo e la smentita
  • 25 aprile, 74esimo anniversario tra polemiche e divisioni
  • Messaggio di Pasqua 2019 dell'arcivescovo di Benevento mons. Felice Accrocca VIDEO
  • Meteo. Anticiclone subtropicale per il fine settimana di Pasqua
  • La battaglia del Prosecco. I produttori chiedono lo stop ai vigneti Docg dal primo agosto
  • La battaglia del Prosecco. I produttori chiedono lo stop ai vigneti Docg dal primo agosto
  • Nunzia De Girolamo a Ballando con le stelle in versione motociclista
  • Benevento. Previsioni meteo per il 27 marzo 2019 VIDEO
  • Momenti di trascurabile felicità
  • Aladin
  • "L'altro volto della musica" . Intervista a Filippo Zigante, direttore artistico della Stagione Concertistica 2018-20 dell'Accademia di S. Sofia