Gioco online vs giocolive: dati e differenze per un circuito in crescita

20:17:21 1357 stampa questo articolo
pokerpoker

La Campania è considerata una delle regioni d’Italia dove si gioca con maggiore frequenza, sia online sia live.

Tra le città capoluogo il dato che riguarda Benevento, stando ai dati pubblicati dal Gruppo Gedi per il 2016-2017, con i suoi 80,32 milioni di euro spesi per il gioco, risulta davanti ad altre città come ad esempio Salerno o Caserta.

Il rapporto tra la spesa e la vincita è di 80 a 60, che secondo una media nazionale, risulta perfettamente in linea con gli standard. Tra i giochi maggiormente diffusi e praticati, troviamo, un po’ come su tutto il territorio nazionalele slot machine in testa, seguite dalle scommesse sportive, dalle varie lotterie e da tutto il resto del circuito del gioco, sia esso legato al discorso live, sia per quanto riguarda il gioco online. Dati che risultano in linea anche con quelli del 2016, quando la spesa nazionale aveva raggiunto quota 95,4 miliardi di euro, di cui quasi 10 erano stati spesi in Campania.

Quanto spende mediamente un giocatore oggi

gioco onlineLa spesa complessiva non tiene conto delle vincite, visto che sarebbe più complesso scorporare il dato e renderlo attendibile, anche se in media le il gioco d'azzardo paga il 70% rispetto a quanto si gioca, questo significa che un giocatore esperto, riesce di media a recuperare 70 euro su 100 giocati. Si tratta di calcoli di probabilità che possono variare da individuo a individuo soprattutto se analizziamo la situazione del poker, ma che comunque costituiscono una buona base statistica. Passando dal gioco live a quello online è interessante scoprire come il settore del poker online in particolare quello dei tornei di poker sit & go in Italia rappresenti una valida alternativa praticata però da una nicchia di utenti che giocano regolarmente.

Tuttavia le poker room, così come tutti i siti dedicati al gioco, rappresentano una minoranza rispetto al totale dei giocatori che giocano offline, nonostante i dati siano praticamente in ascesa ormai da 8 anni, con investimenti significativi operati dai principali gestori di casinò digitali a livello internazionale. Da quando il gioco è stato legalizzato e liberalizzato nel nostro Paese, le cose sono cambiate molto in termini di trend. Prendiamo come esempio esaustivo il circuito del poker online e i relativi tornei che si possono facilmente trovare sulle maggiori realtà che operano in Italia.

Poker online: gli anni del boom

gioco liveDopo il boom legato principalmente al successo planetario del Texas Hold’Em, che fino agli anni novanta, interessava solo una piccola percentuale di giocatori, in Italia è esplosa la Poker Mania, anche grazie a trasmissioni televisivi, format di vario genere, che hanno spinto questo nuovo fenomeno legato al gioco del poker. Come tutte le mode però, dopo qualche tempo la cosa è tornata alla normalità, anche se è rimasto un certo bacino di appassionati, organizzati a livello europeo, tanto che ogni anno vengono organizzate le European World Series of poker, sulla scia del torneo statunitense, che ormai da oltre 40 anni viene organizzato nello Stato del Nevada, a Las Vegas.

La situazione attuale in Europa

pokerIn Europa non ha invece una sede fissa, ma è itinerante. Vi partecipano i più grandi giocatori di poker, che spesso negli ultimi tempi provengono direttamente dal circuito del gioco online e dalle principali poker room internazionali, che organizzano tornei preliminari e di qualificazione. La differenza sostanziale tra un giocatore di torneo di poker e un giocatore che invece preferisce altre tipologie di partite, è legata essenzialmente al fattore rischio. Nei tornei, siano essi online o live, si dispone di un budget, e si concorre alla vincita attraverso il budget.

Questo vuol dire che superato il limite non è possibile attingere ad altri fondi, come invece può capitare in una partita di poker standard. Oggi molti siti hanno deciso di seguire una regola legata al limite prestabilito di tempo di gioco e di quota massima. Questo serve per evitare che un giocatore spenda oltre il proprio budget, per favorire un gioco corretto e responsabile. Mettere delle soglie e dei limiti, sia nel gioco del poker online, sia in quello live, è utile e rende bene l’idea e il confine tra gioco d’azzardo e gioco di abilità, a cui il poker sportivo da sempre aspira. 



Articolo di Giochi e lotterie / Commenti