Natale 2017, le tendenze tra regali, alberi e decorazioni

10:57:28 2796 stampa questo articolo
Regali di NataleRegali di Natale

Le tendenze per il Natale 2017: l’albero, gli addobbi, i regali e i nuovi trend legati al fair trade e alle decorazioni handmade fai da te.

Ogni Natale trascina con sé un unico, avvolgente sapore. Che si tratti di un colore, di uno spot, o di un esiguo dettaglio. Ma è quel tratto minuto in mezzo agli altri, ciò che imbalsameremo dentro un ricordo da posare tra un Natale e l’altro. Un po’ come una polaroid che cattura un solo istante tra una giornata densa. E sarà proprio quel momento a parlarci per sempre del rumore di quella serata.

Ma parlando di scatti rubati, quale sarà l’istantanea del Natale 2017?

È un Natale composito quello di quest’anno. Innovativo per un verso, tradizionale dall’altro. Dalle nuove tendenze per l’albero rese più vintage dall’handmade, ai regali più originali intrecciati al fair trade, è un Natale tutto da scoprire. Sveliamolo insieme.

La tendenza per gli alberi più cool ci giunge dal celato mondo del ‛Sottosopra’. Per la gioia di tutti i fan di Stranger Things – la serie TV più avvincente degli ultimi cinque anni – il Natale si è spostato a testa all’ingiù. Trasportando con sé anche il peso dell’albero. Che sia acquistato online tra i gadget natalizi firmati Stranger Things, o che sia piuttosto un abete appeso al contrario, l’interesse si è fatto trend. E non sembra del tutto fallire.

Oltre che evocare una nota di stupore, gli alberi a testa all’ingiù, sono anche i più affini allo sguardo dei bambini. Più comodi da guardare e più agevoli da decorare. Senza il timore di farsi del male. Ma c’è di più. La moda dell’albero appeso al contrario sembra affondare le sue radici in un’usanza in voga tra Ucraina, Lettonia e Slovenia, già agli inizi del ‘500. Un caso curioso di come moda e tradizione si stringano la mano una volta ogni tanto.

Ma veniamo al nocciolo del discorso, i regali. Come si evince da un’analisi Coldiretti sui dati Deloitte, il Web è il canale d’elezione per la scelta e la ricerca dei regali. Il 35% degli italiani, infatti, predilige le pagine online, non solo spulciando e cercando, ma anche acquistando. È una spesa online di circa 72 euro a famiglia, quella stimata da Coldiretti. Una cifra mai raggiunta sin ora, ma del resto il Web ha la stramba abilità di rendere i sogni a portata di mano.
La possibilità di avere una vasta opportunità di scelta, e il conforto di ricevere il proprio pacco a casa, sono i motivi che fanno muovere gli italiani, e più in generale l’Europa tutta, in questa direzione. E a proposito di possibilità di scelta, molti sono i siti su cui possiamo contare per la selezione dei doni più curiosi. Si vedano ad esempio le idee regalo di Natale di Regali.it, una piattaforma web in cui sbizzarrirsi nell’esplorazione e nell’acquisto dei regali più originali.

Il fair trade si introduce tra le tendenze di quest’anno. Rivolto a tutti coloro al passo con il risparmio energetico, lo stile minimal e il riciclo – i consumatori educati e consapevoli per farla breve – il commercio equo è un approccio alternativo al Natale.
Sono pensieri felici e utili quelli che propone. Da vassoi in legno made in Guatemala per tutti gli amici apolidi, a dei caldi maglioni in lana simili a quelli delle Isole Aran, il fair trade è l’opzione adatta a tutti gli irrimediabili anticonformisti.

E a volte il fair trade collima con l’handmade. L’handmade infatti, l’ultima tendenza di cui vi parliamo, è la moda più antica che sopravvive a Natale. Che si tratti di decorazioni per l’albero o per la casa, l’handmade si conferma al centro dell’attenzione di tutt’Europa.

Chi è tuttavia che non ama dedicare qualche pomeriggio di festa a decorazioni fai da te per conferire alle proprie stanze quell’atmosfera irripetibile? Da dettagli per l’albero all’arancia essiccata, a centri per l’apparecchiatura natalizia di pigne e candele, l’handmade è il portale per accedere al centro della propria creatività.



Articolo di Guide al Risparmio / Commenti