Salerno. Operazione "Golden hand": 17 persone arrestate per usura, furto e ricettazione

Una vasta operazione antidroga ha visto impegnati, sin dalle prime luci di questa mattina,i finanzieri della provincia di Salerno, che hanno dato escuzione ad un'ordinanza applicativa di misure cautelari personali e reali disposte dal G.I.P. presso il Tribunafe di Vallo delta Lucania (SA) su richiesta della Procura della Repubblica.

Il provvedimento del Tribunale giunge a conclusione di complesse indagini svolte nei confronti di numerosi soggetti cilentani responsabili, a vario titolo, di reati associativi flnalizzati all'usura, alla ricettazione e al furto con destrezza su tutto il territorio nazionale.

Sno 17 in totale i soggetti destinatari dall'ordinanza del Tribunale, 8 dei quail sono donne. Gli arresti di oggi rappresentano l'epilogo dell'operazione Golden hand eseguita dai finanzieri di Salerno nel novembre 2012 che consentì il sequestro preventivo di un patrimonio per un valore di circa 14 milioni di euro nei confronti delta famigfia "Marotta", soggetti ritenuti pericolosi perchè abitualmente dediti alla commissione di delitti con i cui proventi conducevano un elevato tenore di vita in assenza di redditi dichiarati.

In quel contesto fu disposta dal Tribunale di Salerno l'applicazione della misura di prevenzione personale delta sorveglianza speciale e la confisca patrimoniale. Nonostante l'applicazione delle misure di prevenzione, alcuni dei sorvegliati ed i parenti più prossimi hanno continuato a porre in essere numerosi delitti contro il patrimonio.

Le indagini def G.I.C.O. della Guardia di Finanza di Salerno sono partite da alcune ipotesi di usura con interessi anche superiori al 100% annuo, ma hanno svelato ben presto uno scenario  motto più ampio che ha consentito di accertare l'esistenza di due organizzazioni finalizzate alla commissione di reati predatori ed alla ricettazione dei monifi trafugati neffe gioiellerie di tutto il territorio nazionale.

Durante le indagini afcuni degfi indagati sono stall tratti in arresto proprio grazie alle segnalazioni delle Fiamme Gialle, come accaduto per un furto commesso a Grosseto a maggio 2014 da due donne cfle poi furono fermate e tratte in arresto a Battipaglia (Salerno), tra l'altro per aver violato fa misura di prevenzione personale delta sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, mentre erano di rientro e si dirigevano dal ricettatore. Nella borsa di una delle due, all'interno di un calzino colorato, fu rinnenuta la refurtiva consistente in 150 grammi d'oro.

II Tribunale ha inoltre, disposto il sequestro di tutti beni di una gioielleria di Battipaglia per ricettazione. il titolare aveva infatti commerciato in più occasioni i preziosi trafugati da altre gioiellerie prese di mira dalla banda in tutta italia.


16:11:47 3803 stampa questo articolo


  • Meteo. Le previsioni meteorologiche di oggi 25 aprile
  • Via Crucis per pace in Ucraina. Polemiche per la scelta di Papa Francesco
  • Agricoltura. Perché la guerra in Ucraina ha gravi conseguenze sulla produzione agricola mondiale
  • Venezia. Ad "Homo Faber" in mostra i mestieri e le creazioni dell'artigianato
  • Verona. Si conclude "Vinitaly", tornata in presenza: numeri da record per il vino italiano
  • Giornata internazionale dei Baci
  • Dove si butta? Dallo scontrino al cartone della pizza: 5 errori da evitare
  • Napoli. Cosa resta del Parco dello sport di Bagnoli costato 37 milioni: rovi, ruderi e rifiuti
  • Sorpresa amara, le uova di cioccolato Kinder ritirate in Europa. Salvo il mercato italiano
  • Guerra in Ucraina. Da Kiev a Roma: la storia di Alisa, talento della danza classica
  • Internet. Cos'è un attacco informatico?
  • Come spiegare la guerra ai bambini
  • Ucraina. Nuova condanna del Papa della guerra 'bestiale e sacrilega'
  • La primavera è la stagione più felice: è scientificamente provato
  • Guerra in Ucraina. Bambini ucraini accolti a scuola nel napoletano
  • Roma. Pene ridotte agli assassini del carabiniere Cerciello Rega
  • Roma. Evasione fiscale e riciclaggio: confiscati 120 immobili a un imprenditore della logistica
  • Guerra in Ucraina. Gran parte dei leader dell'Unione europea hanno incontrato Zelensky
  • Bologna. Poliziotto salva un uomo che rischia di essere travolto dal treno nella Stazione centrale
  • Crisi energetica. Draghi: "Stanziati 16 miliardi e ridotto l'Iva al 5% sul consumo del gas"
  • Jury Chechi contro Kuliak: "La Z sul petto gesto incommentabile. Aiuterò le persone a lasciare l'Ucraina"
  • 8 marzo Giornata Internazionale della donna
  • Bellezza. I miti sulla doppia detersione a cui smettere di credere
  • 8 marzo. Intervista a Maria Rosaria Renzi, figlia dell'inventore della torta Mimosa