Salerno. Usa fuochi pirotecnici e rimane ferito, soccorso dagli uomini del CNSAS VIDEO

10:22:41 1198 stampa questo articolo

Nottata particolarmente movimentata per i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico della Campania CNSAS.

Alle 21:00 di ieri sera, 18 maggio, il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) della Campania ha ricevuto, da parte della CO 118 di Salerno, una richiesta di intervento per una persona ferita in Costiera Amalfitana presso il Santuario di Maria Santissima Avvocata, sul monte Falerzio (SA).

Un ragazzo di 38 anni, intento ad usare fuochi pirotecnici,  si è procurato una seria ferita al braccio che lo ha costretto a richiedere l’intervento del Soccorso Alpino e Speleologico.

Immediata la partenza di 2 squadre terrestri tecniche e sanitarie, supportate dalla protezione civile e dalla CRI di Maiori. Inoltre, considerata la difficoltà del sentiero per raggiungere il luogo dell’incidente, oltre 700 m di dislivello e circa tre ore di marcia a piedi, il CNSAS ha richiesto il supporto dell’Aereonautica Militare, attraverso il Comando Operazioni Aeree (COA) di Poggio Renatico che ha autorizzato l’impiego del velivolo HH139 appartenente al Reparto di Pratica di Mare. L’equipaggio dell’AM, grazie ai visori notturni, comunemente utilizzati per questo tipo di missioni SAR, è arrivato in zona operazioni intorno alle 01.00, individuando il ferito che intanto era stato raggiunto dalle squadre del CNSAS e stabilizzato dai sanitari.

Il personale CNSAS, insieme al personale di equipaggio dell’AM, ha provveduto a trasportare l’uomo presso l’elisuperficie SAM Hoverfly, di Pontecagnano (SA) gentilmente messa a disposizione dal proprietario su richiesta del CNSAS. Da qui l’uomo è stato trasferito in ambulanza e trasportato in ospedale.



Articolo di Salerno / Commenti