San Giorgio del Sannio dal 30 aprile all'8 maggio c'e' la rassegna "Ricognizioni"

20:19:2 3701 stampa questo articolo
RicognizioniRicognizioni

L’evento si svolgerà presso l'Auditorium "Cilindro Nero" del centro sannita.

Da giovedì 30 marzo, con inaugurazione alle ore 18,00, fino al prossimo 8 maggio si svolgerà a San Giorgio del Sannio la rassegna Ricognizioni.  La rassegna, organizzata dall'Istituto Italiano per lo Studio e lo Sviluppo del Territorio con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale di San Giorgio del Sannio, proposta nell'ambito dell'XI Seminario permanente sulla Complessità, ed è curata da Gaetano Cantone. La manifestazione si avvale dei contributi di vari sponsor, segno di significativa solidarietà delle imprese nei confronti della cultura, soprattutto in tempi difficili.

La rassegna "Ricognizioni" impegna una quarantina di persone e si avvale del prezioso contributo di intellettuali, amministratori, artisti, docenti dei Licei e di quattro Università (Napoli, Salerno, Benevento e Catania), cineasti, architetti, sociologi, scrittori, imprenditori, operatori nel sociale, giornalisti..., componenti diverse della società complessa che tutti intride. Si inaugura contestualmente il 30 marzo alle ore 19,30 la mostra collettiva degli artisti Alberto Bocchino, Gaetano Cantone, Alberto Cella, Carmine Iannaccone, Sandro Iatalese, Gioseph Izzo. Partecipano alla Rassegna Alfonso Amendola, Giorgio Benvenuto, Maria Buonaguro, Leonardo Cantone, Jenny Capozzi, Cosimo Caputo, Annalisa Cervone, Yan Cheng, Amerigo Ciervo, Maurizio Cimino, Antonio Conte, Nicola De Ieso, Rossella Del Prete, Salvatore Esposito, Federico Francioni, Andrea Gianfagna, Ruta Kavaliunaite, Claudio Marotti, Aglaia McClintock, Michele Orsillo, Fernando Panarese, Mario Pepe, Domizio Pigna, Agnese Salerno, Fulvio Sorge, Mario Tirino, Carlo Truppi, Pasquale Zullo.

«La sfida alla complessità non può vederci rassegnati ad una subalternità improponibile anche per l'impiego interattivo delle tecnologie di comunicazione – afferma Gaetano Cantone curatore della Rassegna -, mentre i saperi devono cercare il confronto senza steccati e barriere autoreferenziali. Con tale convinzione ospitiamo seminari dedicati alla creatività, all'identità territoriale, al rapporto tra donne e Storia, ai nuovi media, alla transmedialità, e all'arte».

Nel programma vi sono inseriti "incontri con gli autori" con la presenza di scrittori, saggisti e storici e loro discussant; in forma seminariale troveranno spazio temi relativi al ruolo del sindacato, alla narrazione commista, alle memorie dell'arte, al lavoro, alla decrescita. Sarà inoltre proiettato il documentario creativo "La tomba del tuffatore".

Ad aprire la rassegna saranno i saluti dell'on. Mario Pepe sindaco di San Giorgio del Sannio e di Nicola De Ieso assessore alla Cultura. Subito dopo ci saranno gli interventi di Fulvio Sorge già docente della Federico II ed attualmente docente dell'Istituto freudiano, di Gaetano Cantone presidente dell'I.I.S.S.T., di Annalisa Cervone docente filosofia e del coordinatore Antonio Conte presidente onor. Anpi-BN si affronteranno le relazioni tra creatività e complessità. 



Articolo di Mostre / Commenti