San Giorgio del Sannio, Liceo 'Virgilio' e 'Nisco Senior' fanno rinascere il giornale della scuola

10:26:27 5265 stampa questo articolo

Voglia di giornalismo nel Liceo “Virgilio” di San Giorgio del Sannio, desiderio di mettersi alla prova nell’arte di descrivere ed informare, momento di formazione culturale e di esercizio di trasmissione di notizie e riflessioni personali, gesto che ha prodotto la realizzazione del giornalino scolastico “L’I.D.E.A.”, foglio di informazione a cui hanno partecipato gli allievi del Liceo Classico e Scientifico “Virgilio”, affiancati dagli allievi dell’I.C. "Nicola Nisco Senior”di San Giorgio del Sannio.
Ospiti della manifestazione, tenutasi ieri (11 gennaio) presso l’Auditorium Comunale “Cilindro Nero”, oltre a docenti, genitori e allievi degli istituti scolastici del territorio, il dirigente scolastico del “Virgilio” , Vincenzo Pasquino, Gabriella Bocchicchio, vicepreside del 'Nisco' e Laura De Figlio, giornalista del portale online "ilQuaderno.it".
Ha svolto il ruolo di moderatrice la studentessa Mara Colarusso che ha voluto testimoniare l’esperienza vissuta e lo spirito di collaborazione e voglia di dire che, insieme ai suoi compagni, hanno consentito la realizzazione di una cosa fortemente meditata e voluta. Dopo l’intervento delle allieve Marianna Nardone, caporedattore del Liceo Scientifico, e di Nicole Servodio, caporedattore del Liceo Classico, che hanno illustrato la struttura del giornale e le notizie in esso contenute, la parola è passata alla De Figlio che ha subito voluto complimentarsi con gli allievi per la realizzazione di un notiziario che, già nella sua prima stesura, ha risposto adeguatamente alle esigenze strutturali ed informative di un giornale, espressione di una padronanza espressiva già ben evidente dagli interventi da lei ascoltati e ha ricordato inoltre che fare il giornalista è una professione seria ed impegnativa, fin dalla realizzazione di un giornale scolastico, una professione che si basa sulla collaborazione ed il coordinamento di una redazione in cui ognuno porta le proprie capacità ed abilità. Ricordando i suoi esordi nel giornale “Messaggio d’oggi” di Benevento, fa presente che si è giornalisti dal mattino alla sera, sempre attenti a ciò che accade e sempre pronti a raccontare, perché la notizia diventa notizia quando è a disposizione degli altri. Le notizie però devono partire dalla valorizzazione del territorio, partire dall’osservazione e dal resoconto di ciò che accade immediatamente intorno a noi, questa attenzione è il passo fondamentale di una corretta informazione. Altrettanto fondamentale, per qualunque reportage o inchiesta, è l’andare per strada, osservare, stabilire rapporti, annotare ed infine riportare, non cercare lo scoop che passa velocemente, ma puntare soprattutto al racconto di ciò che possiamo vedere direttamente, come ad esempio una rassegna musicale di San Giorgio o di Benevento, o un evento sportivo locale, fatti e manifestazioni di cui il nostro territorio è molto ricco, cercando la verità.
Segue la Bocchicchio che si dichiara soddisfatta della collaborazione fra i due ordini di scuola, espressione di una forma di continuità di tipo didattico e formativo che realizza quel curricolo verticale che collega scuola media ed istituto superiore, strumento costruttivo nel processo di avvicinamento degli allievi dell’ordine inferiore ai nuovi linguaggi delle superiori. Auspica inoltre che anche i docenti di sostegno possano costruire percorsi simili, tutto in nome di un territorio attento ai giovani e rassicurante per i genitori. Dopo un saluto affettuoso da parte degli allievi protagonisti dell’esperienza giornalistica alla professoressa Annarita Olivieri, coordinatrice e referente del progetto, del quale ella si dichiara soddisfatta soprattutto per la capacità collaborativa e gestionale dimostrata dagli allievi stessi, Pasquino chiude gli interventi sottolineando l’importanza formativa dell’esperienza, quello stare insieme, collaborare ed esprimersi liberamente che rappresentano il passo fondamentale di una crescita sana e civile. Nonostante i tempi ridotti per la realizzazione del primo numero del giornale scolastico e le difficoltà di natura economica, per fronteggiare le quali, aggiunge con un pizzico di polemica, la scuola non ha potuto contare su alcun contributo dalle istituzioni locali, egli tiene a sottolineare l’impegno e la determinazione degli allievi nel superamento delle difficoltà presentatesi. Non dimentica inoltre l’importanza della collaborazione fra grandi e piccoli, tutto nella costruzione di un percorso che è diventato civile e sociale tracciato verso una crescita di disponibilità e naturale convivenza rispettosa di ogni diversità, cammino che auspica possa continuare. Ricordando infine l’articolarsi dell’Istituto “Virgilio” nei suoi ormai numerosi indirizzi, da quest’anno ne fa parte anche l’Istituto Chimico Biologico di San Giorgio, ricorda ai presenti le sue ampie offerte sul territorio, cosa non secondaria per una serena vivibilità territoriale anche agli occhi dei genitori. Chiude il suo intervento, cogliendo l’occasione della presenza in sala del Sindaco Claudio Ricci e dell’onorevole Mario Pepe, chiedendo la disponibilità delle istituzioni per l’utilizzo di un capannone della zona fiera di San Giorgio, come centro per i giovani o luogo per attività teatrale, spazio ideale per quel polo culturale e di aggregazione di cui i giovani del territorio chiedono da tempo la creazione. In riferimento alle disposizioni ministeriali che prevedono le iscrizioni online, egli rende noto infine che, oltre all’apertura della scuola alla cittadinanza nel giorno 27 gennaio, la segreteria della scuola resterà aperta anche nelle ore pomeridiane per andare incontro a quanti avessero difficoltà nelle operazioni delle iscrizioni stesse.
Eusapia Tarricone



Articolo di / Commenti