Sanità, scuole e problemi. Il Meetup: "Parlamentari 5 Stelle diano risposte"

15:44:22 657 stampa questo articolo
Ciarambino e parlamentariCiarambino e parlamentari

Sulla sanità: "Il ministro Grillo mandi subito gli ispettori a verificare a verificare tutte le condizioni e le criticità del nosocomio cittadino". 

“Apprendiamo dai giornali che c’è l’iniziativa di raccogliere le firme per destituire i management del Rummo dal loro incarico. Consideriamo la raccolta delle firme, come già successo per il referendum sull’acqua pubblica, un’inutile perdita di tempo dato che lascia il tempo che trova“.

E' la dura posizione espressa in una nota stampa dal Meetup Partecipazione a 5 Stelle di Benevento intervenuto sul tema della sanità. 

“Noi consideriamo essenziale –  scrivono ancora i pentastellati – l’intervento dei 4 parlamentari del Movimento 5 stelle eletti del Sannio, Ianaro, Ricciardi, Maglione e De Lucia, presso il ministero della salute dal ministro Grillo affinché mandi subito gli ispettori a verificare a verificare tutte le condizioni e le criticità del nosocomio cittadino".

Poi il duro attacco ai parlamentari 5 Stelle: "Sicuramente, in questo caso, tutti i nodi verranno al pettine iniziando dal Pronto Soccorso, dai posti letto, dalla mancanza di medici, della mancanza di anestesisti e da tutto ciò che è carente e manchevole in un luogo che definirlo ospedale sta diventando un eufemismo. Ricordiamo ai parlamentari 5 Stelle che sono stati eletti anche con i voti dei cittadini di Benevento e ricordiamo che questi stanno, da mesi, chiedendo il loro aiuto senza ricevere risposte chiare. E questo vale per l’ospedale Rummo, per i licenziati dalla Nestlè, per le scuole cittadine, per il famigerato e temuto Piano periferie, e per tanti altri problemi che attanagliano la nostra città. E’ forse giunto il momento di far sentire la loro voce, finora flebile, nelle aule del Parlamento, presso i ministeri e anche presso i consiglieri regionali, totalmente assenti sulle questioni riguardanti la città di Benevento. La politica si fa ogni giorno, e i voti del Movimento 5 Stelle dovrebbero essere diversi da quelli raccolti dai partiti tradizionali. Se ciò è vero pensiamo che sia giunta l’ora di dimostrarlo”.



Articolo di Partiti e associazioni / Commenti