Sanità, i sindaci del Fortore incontrano il Prefetto di Benevento

14:49:41 5679 stampa questo articolo

Lunedì 11 febbraio, alle 12, i sindaci del Fortore saranno ricevuti dal prefetto di Benevento. L’invito è arrivato a seguito del documento inviato dagli amministratori, oltre che al prefetto Ennio Blasco, al direttore generale dell’Asl, Michele Rossi e al presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro.
Nell’atto sottoscritto dai comuni di Baselice, Buonalbergo, Foiano, Ginestra, Molinara, Montefalcone e San Marco dei Cavoti, i sindaci chiedono la sospensione immediata della delibera n. 13 del 6 febbraio 2013, con la quale l’azienda sanitaria deliberava l’apertura del Psaut di San Bartolomeo in Galdo, lo spostamento del Saut di Foiano, sempre a San Bartolomeo in Galdo e la trasformazione del 118 di Ginestra in una presidio STI (Sistema trasporto infermi).
La sospensione è stata chiesta poiché “la soluzione deliberata dall’ASL BN1, oltre a presentare motivi di difformità rispetto alla normativa vigente in materia di emergenza sanitaria territoriale, possa provocare enormi disagi al territorio di riferimento e alla popolazione interessata per le ataviche e note motivazioni legate alle caratteristiche orografiche ed ambientali”.
Inoltre i sindaci sono preoccupati per “l’allarme sociale suscitato nella popolazione per il venir meno dei presidi esistenti, che da anni assicurano un puntuale e professionale intervento in materia di emergenza sanitaria, coprendo in modo soddisfacente le esigenze di tutti i paesi anche rispetto ai presidi ospedalieri di accoglienza”.
Dall’incontro di lunedì gli amministratori si attendono di poter aprire un dialogo con l’azienda sanitaria e con la Regione Campania per rivedere il piano di riassetto dell’emergenza sanitaria sul territorio fortorino.



Articolo di / Commenti