Siccità, non piove e gli invasi sono ai minimi: in Italia è emergenza idrica

9:9:0 4628 stampa questo articolo
SiccitàSiccità

L'allarme siccità si fa sentire anche in Italia, dove un inverno mite e senza precipitazioni sta mettendo a rischio le riserve idriche e le coltivazioni agricole.

Le precipitazioni nevose e piovose di questo inverno sono state inferiori alla media stagionale, con un deficit che in alcune zone del paese supera il 50%. I livelli degli invasi sono ai minimi storici, con il Po che registra un calo del 60% rispetto allo scorso anno.

L'emergenza idrica è già in atto in alcune zone d'Italia, come il Piemonte, la Lombardia e l'Emilia-Romagna, dove sono state adottate misure di razionamento dell'acqua.

Le conseguenze della siccità si fanno sentire anche sull'agricoltura. Le coltivazioni invernali, come il grano e l'orzo, sono a rischio di danni irreparabili. Coldiretti stima un calo del 30% della produzione di grano duro se non si interverrà tempestivamente. Il governo ha annunciato lo stato di emergenza per le zone più colpite dalla siccità e stanziato fondi per interventi di sostegno alle imprese agricole.

Ma la vera sfida è quella di cambiare il nostro modo di gestire l'acqua. È necessario investire in infrastrutture per la raccolta e lo stoccaggio dell'acqua piovana, e promuovere l'uso efficiente dell'acqua in tutti i settori, dall'agricoltura all'industria.

Solo con un impegno collettivo possiamo affrontare l'emergenza siccità e tutelare questa risorsa preziosa per il futuro del nostro paese.



Articolo di Ambiente / Commenti