S.Ilario a Port'Aurea piace ai turisti: Mille visitatori in piu' rispetto al 2011

19:8:47 2967 stampa questo articolo

Sono stati 760 gli utenti che hanno visitato il complesso monumentale di S.Ilario a Port'Aurea (che ospita anche il museo multimediale dell'Arco di Traiano) durante le festività natalizie. A renderlo noto Carmen De Luca, responsabile delle attività culturali del Complesso monumentale, che ha attribuito il considerevole numero di turisti (più di 120mila) ad una serie di motivi, in primo luogo, l’accertato interesse storico-archeologico e culturale del Sito, insieme all’affascinante fruizione dell’Arco di Traiano (attraverso la mostra multimediale), poi la stessa vicinanza all’Arco, l’apertura al pubblico tutti i giorni dell’anno (festivi compresi), la gratuità dell’ingresso, la disponibilità di una guida culturale, la possibilità di trovare informazioni e merchandising riguardanti non solo Sant’Ilario, ma tutta la città e la provincia di Benevento forniti dall’Ar.eCa s.c.a.r.l.-Onlus. Gruppi provenienti da Roma, Napoli, Milano, Verona, Treviso, Modena, Bologna e Foggia hanno quindi scelto S.Ilario che, ad otto anni dall'apertura al pubblico, anche nel 2012 ha registrato un incoraggiante risultato d'affluenza di pubblico con un totale che supera i 16.500 visitatori e quasi il 90% degli utenti del Complesso, ha richiesto la visita guidata e la proiezione multimediale “I Racconti dell’Arco”. "Questo è un dato molto significativo - si legge nella nota -perché cresciuto durante gli anni, basti pensare che nell’indagine precedente, riguardante il biennio 2010-2011, la percentuale si attestava al 75%, ed evidenzia il continuo interesse verso il Sito e l’apprezzamento per i tanti progetti educativi messi in campo dall’Ar.eCa.S.c.a.r.l.-Onlus che gestisce il Sant’Ilario. Quindi la quasi totalità del pubblico chiede sia il materiale informativo sul complesso monumentale e sul museo dell’Arco, prodotti dall’Ar.eCa., sia materiale sulla città e la provincia di Benevento. In sostanza il punto informativo del complesso è diventato il punto di riferimento per l’accoglienza turistica di tutta la città, anche perché è aperto al pubblico tutti i giorni dell’anno.
Il totale numerico per il 2012 è di circa mille utenti in più rispetto all’anno precedente, con un incremento di circa 100 turisti stranieri. Dal punto di vista socio-demografico il pubblico del complesso di Sant’Ilario registra una prevalenza femminile, e molto giovane: per il 38% è compreso in una fascia d’età tra i 6 e i 18 anni e per il 25% tra i 19 e i 29 anni; dunque, il 63% del pubblico si colloca sotto i 30 anni. Infine, un 22% ha tra i 25 e i 50 anni, ed il 15% oltre i cinquanta.
Secondo la De Luca, l'Ar.eCa in questi otto anni di attività "ha investito tantissime energie, dal punto di vista professionale, mettendo in campo ogni risorsa possibile e cercando di perfezionare ed accrescere la qualità dei servizi offerti come la progettazione di una mostra multimediale dedicata al complesso archeologico, a breve presentata al pubblico, l’organizzazione di eventi culturali, la realizzazione della linea di merchandising d’arte a disposizione presso il museo, in questi giorni a tal proposito ricorda – la presidente dell’Ar.eCa- è in distribuzione anche il Calendario 2013 “Benevento da Scoprire”. Fondamentale nella logica di valorizzazione museale- prosegue la De Luca- è l’attività educativa svolta dall’Ar.eCa., grazie anche alla specializzazione conseguita dai soci presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, rivolta in particolare alle scuole, dalla quale è nato, all’interno del complesso monumentale di Sant’Ilario, un apparato didattico tematico, suddiviso in diverse tipologie di approfondimenti, per avvicinare un numero di utenti più ampio possibile. Su questo principio è basato anche il progetto , “Sant’Ilario a Port’Aurea Percorsi di Segni ed Emozioni”, co-finanziato dall’assessorato politiche educative della Provincia di Benevento. “Sant’ilario a Port’Aurea Percorsi di Segni ed Emozioni”, è senza altro un’attività sperimentale, la prima realtà museale permanente in Regione Campania, progettata per favorire l'accesso al patrimonio culturale di bambini ed adulti Audiolesi e Videolesi, percorsi dedicati sempre fruibili presso il complesso.

È possibile visitare il Sito dalle 10 alle 13 e dalla 16 alle 19, usufruire gratuitamente di una visita guidata al parco archeologico, alla ex-chiesa altomedievale, assistere alla mostra multimediale “I Racconti dell’Arco”, anche in lingua inglese e con interprete LIS. Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi all’info-point del Complesso, al 328.5830699 e attraverso il sito internet www.arecaonlus.it.



Articolo di / Commenti