Benevento, Bucchi. "Attenzione al Cosenza. Dobbiamo essere più cinici in zona gol"

13:45:8 698 stampa questo articolo

"Pensare solo a noi stessi". Bucchi pensa a una gara per volta e alla fine si tireranno le somme

Il prossimo avversario si chiama Cosenza e il tecnico del Benevento ha le idee chiare:
"Ci aspetta una gara complicata, giocano un buon calcio. Sono salvi e non avranno nulla da perdere. Sta facendo molto bene il loro allenatore. La dirigenza gli ha confermato lo zoccolo duro che era in serie C. Sono compatti in difesa, bravi nelle ripartenze e hanno dei calciatori molto forti come Embalo, Tutino e Baez".

Ancora da migliorare qualcosa dal punto di vista della finalizzazione, ma Bucchi è soddisfatto sulla compattezza mostrata in campo contro il Verona: "Dal punto di vista della compattezza sono soddisfatto, soprattutto dopo il 2-0, immaginavamo un loro ritorno. Abbiamo tenuto molto strette le linee. Quello che abbiamo concesso lo abbiamo fatto per qualche errore individuale e questi sono dei dettagli che poi pesano. Siamo stati compatti, ma dobbiamo essere più cattivi, soprattutto in quelle ripartenze che dovevamo capitalizzareal meglio. Il 3-0 avrebbe dato il colpo di grazia. Sul 2-0, se prendi un gol rimetti tutto in discussione. Nella gestione della gara dobbiamo ancora migliorare nello sviluppo dell'azione. Spesso ci perdiamo nella giocata leziosa".

"Per quanto riguarda la squadra - continua Bucchi -  Asencio e Costa rientrano in gruppo. Tuia sarà disponibile per Crotone o Padova".

"Avrei firmato ad inizio stagione  - prosegue il tecnico - per ritrovarmi in questa posizione di classifica perché sapevo le difficoltà che avremmo incontrato".

"Da Armenteros ci attendiamo che finalizzi certe azioni, lui ha qualità importanti che si integrano bene con quelle di Coda. Dobbiamo pensare ad una gara per volta e guardare soltanto a noi. E' un campionato imprevedibile: ad esempio, il Palermo ci batte e poi si ferma al Barbera".

"Il gesto di Viola che ha lasciato calciare il rigore a Coda è significativo sullo spirito di gruppo che regna in questa squadra”.



Articolo di Calcio / Commenti