Bucchi: "Sarei felice di far parte di questo progetto societario. Adesso penso ai playoff"

14:20:27 1061 stampa questo articolo

Nella conferenza stampa pregara, in vista del march di domani contro il Padova, il tecnico del Benevento ha parlato anche del suo futuro

"Per quanto mi riguarda nessun discorso sulla mia permanenza a Benevento sarà condizionato dalla categoria. Quando incontrai la dirigenza improntammo un discorso su base annuale. Non voglio essere a carico di una società per forza. Se alla fine ci piaceremo andremo avanti insieme. Al tempo stesso mi sono sentito una parte importante di un progetto. Che sia in serie B o in A, a me farebbe piacere continuare questo percorso che sento molto mio".

Diverse sono stae le difficolta affrontate in questo torneo: "Abbiamo affrontato tanti momenti difficili che hanno fatto crescere il gruppo, i calciatori, la società. E’ proprio nelle difficoltà che uno si mette in discussione. In tanti momenti duri  siamo stati bravi a trovare le soluzioni. Forse tutti speravamo di avere 5-6 punti in più. E’ vero, ma sapevamo delle difficoltà che avrebbero incontrato le neo retrocesse".

"Come noi anche il Crotone e il Verona avevano grandi ambizioni. Lo stesso Palermo è un poco più sopra di noi. Ci sono due squadre che hanno fatto saltare il banco: Brescia e Lecce, ma hanno meritato. Per me è un percorso molto positivo e mi farebbe molto piacere continuarlo, poi sta alla società. Il progetto, a prescindere da Bucchi, andrà avanti: se sarò io a continuarlo ne sarò orgoglioso. In caso contrario sarò stato contento di aver dato un mio contributo”.

Saranno diversi gli assenti nella gara di domani: "Asencio non sarà disponibile fino alla gara con il Brescia. Da gennaio ha un problema al tendine della caviglia. A Crotone sarebbe servito ma non ha mai potuto fare un percorso di allenamento completo per una settimana. Non saranno disponibili Maggio, Tuia, Costa, Volpicelli, Ricci e Del Pinto. Per quanto riguarda Armenteros dovremo valutare il suo minutaggio. Proveremo a consolidare ilquarto posto e ad attaccare il terzo. Vokic potrebbe giocare dal primo minuto e non rinuncio al trequartista. Buonaiuto è un caciatore polivalente ma abbiamo visto solo un 50% delle sue potenzialità. E’ stato un po’ sfortunato".

Alcuni errori hanno influito negativamente sul risultato finale: "Gori è una possibile opzione per la partita col Brescia. E’ un calciatore importante per lo spogliatoio e un suo utilizzo sarà un segno di riconoscenza nei confronti dell’uomo. Sui 19 gol subiti ne l girone di ritorno, ben 10 sono stati su palla inattiva. Sono stati errori nostri che non ci hanno permesso primi o secondi".

"Il match con il Padova  - conclude Bucchi - bisogna viverlo con lo spirito uno spareggio playoff. Dobbiamo eliminare alcuni difetti ma siamo una squadra che occupa bene il campo. Ogni minimo errore l’abbiamo pagato a caro prezzo".



Articolo di Calcio / Commenti