Inaugurata la Tribuna Stampa intitolata ad Antonio Buratto e Nicola Russo FOTO e VIDEO

15:11:44 733 stampa questo articolo
Inaugurazione Tribuna stampaInaugurazione Tribuna stampa

I due giornalisti sportivi ed appassionati del Benevento Calcio erano scomparsi nei mesi scorsi. 

Un pomeriggio di emozioni intense, quello vissuto oggi allo Stadio Ciro Vigorito di Benevento. Prima del fischio di inizio del match della 29ma giornata del campionato di Serie B tra sanniti e Spezia, infatti, è stata inaugurata la nuova Tribuna Stampa dell’impianto beneventano dedicata alla memoria di Antonio Buratto e Nicola Russo, i due giornalisti sportivi recentemente scomparsi che hanno seguito per decenni le sorti della Strega.

Una cerimonia toccante, alla quale erano presenti il sindaco Clemente Mastella, il consigliere e delegato allo Sport, Enzo Lauro; l’ex calciatore del Napoli, Andrea Carnevale ed i familiari di Buratto e Russo e numerosi giornalisti.

L’idea dell’intitolazione della Tribuna Stampa alla memoria di Russo e Buratto era partita proprio dai giornalisti sportivi beneventani che nei mesi scorsi avevano firmato una petizione poi consegnata ai vertici dell’Ente Comunale e della società giallorossa. A parlare, a nome dei cronisti è stato Luigi Trusio che ha ricordato le tappe vissute da Russo e Buratto, compresa la prima storica apparizione in massima serie dei giallorossi. Loro, che per anni avevano seguito la Strega anche nei polverosi campi dell’Interregionale. “Siamo felici – ha ricordato Trusio – di voler intitolare oggi la Tribuna Stampa a Nicola ed Antonio e tributare loro il giusto riconoscimento”.

A prendere la parola anche il sindaco Mastella che ha voluto ringraziare i giornalisti beneventani per la richiesta di intitolazione a “due figure importanti”. Mastella ha ricordato Russo e Buratto: “li conoscevo di persona, la comunità sportiva a loro deve molto”. Dopo le parole è stata poi la volta della targa commemorativa che riporta una frase del Premio Nobel, Albert Camus: “Non c’è altro posto al mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio”.



Articolo di Calcio / Commenti