La nebbia non fa sbandare la Strega. All'Euganeo il Padova battuto grazie ad Improta

22:48:51 966 stampa questo articolo
Padova - BNPadova - BN

Il Benevento sale al sesto posto in classifica a soli 3 punti dal secondo posto occupato dal Brescia (prossimo avversario) e che vale la promozione diretta.

     
 Montipò
    sampdoria Serie A
 
Vota

Antei

Di Chiara

 

 
Tello

Del Pinto 

Bandinelli
 

Letizia
     
Improta
 
Buonaiuto
 
Coda
 
 
Bonazzoli
 
Capello
 

Contessa
     
Mazzocco
 
Pulzeti

Serena

Broh
 
ì
Ceccaroni

Capelli

Cappelletti
 

 
Merelli
  padova Serie B

 

Nella diciottesima giornata del campionato di Serie Bkt il Benevento passa all’Euganeo grazie ad un goal di Riccardo Improta, ex di turno e che riscatta l’errore clamoroso del primo tempo, sale al sesto posto in classifica a soli 3 punti dal secondo posto che vale la promozione diretta. Una gara difficile quella contro i biancoscudati che vivono un momento non esaltante e che arrivavano al match con la voglia di risollevarsi. Il Benevento invece convince, ed esattamente tre mesi dopo, la truppa di Bucchi torna a vincere in trasferta (l’ultima il 24 settembre scorso) trova continuità di vittoria e porta a casa tre punti pesantissimi e soprattutto equilibrio con un solo goal subito nelle ultime cinque partite. Un Benevento che gioca da grande, che sa soffrire quando c’è da guerreggiare e colpire al momento giusto senza perdere lucidità. Cattiveria e qualità, queste le due parole chiavi della gara, da rivedere alcune leggerezze finali che hanno permesso al Padova – in dieci per l’infortunio di Pinzi ed i cambi esauriti – di poter rientrare in partita. In serie B però non c’è riposo: domenica al Vigorito, c’è il Brescia.

Le scelte

Bucchi all’ultimo minuto deve rinunciare ad Insigne (mancava il solo Bukata, anche Viola era in panchina) e nel 3-5-2 iniziale avanza Buonaiuto nel ruolo di spalla con Coda. In porta c’è Montipò, difesa a tre con Volta, Antei e Di Chiara. A centrocampo spazio ancora a Del Pinto con Tello ed il rientrante Bandinelli, sulle corsie Letizia e Improta.

Foscarini
deve fare a meno di capitan Trevisan (squalificato) oltre che Madonna e Ravanelli (infortunati). Il tecnico dei veneti schiera un modulo a specchio con Merelli tra i pali. Pacchetto difensivo composto da Cappelletti, Capelli e Ceccaroni. Sugli esterni Contessa e Mazzocco mentre Broh, Serena e Pulzetti in mediana. In avanti l’attacco è affidato a Bonazzoli e Capello.

La gara

Pronti via ed il Benevento parta subito forte collezionando già al 2’ minuto la prima palla goal del match: Letizia sfonda a destra, entra in area e calcia, bravissimo Merelli ad opporsi. Al’ 4 è ancora Letizia a seminare il panico sulla destra ma anche in questa circostanza è attento Merelli che esce ed allontana il pericolo. Il Benevento spinge sull’acceleratore: palla nello spazio a Coda che calcia, il rasoterra si spegne non lontano dal palo. Al 12’ ci prova il Padova: cross e contro cross del Benevento, sulla respinta palla lunga per Bonazzoli e Montipò è costretto ad uscire nella propria trequarti. La gara si accende. Al 14’ occasionissima per la Strega: cross verso Coda, Merelli esce a vuoto palla che giunge a Tello, il tiro ed il salvataggio sulla linea di Capelli. Capovolgimento di fronte con Bonazzoli che entra in area, uscita maldestra di Montipò e palla che resta pericolosamente in area ma la difesa libera. Al 16’ è ancora Benevento: sgroppata a destra e palla per Coda ma la conclusione sorvola la traversa. Il Padova replica colpo su colpo e al 18’ Montipò è costretto nuovamente ad uscire fuori dalla propria area di rigore per anticipare Capello.

La truppa di Foscarini prova ad aggredire: al 21’ Capello si mette in proprio e tenta la conclusione dalla distanza ma viene murato dalla difesa giallorossa. Al 25’ il cross di Contessa dalla sinistra trova Bonazzoli per il colpo di testa ma la conclusione si spegne sul fondo. Ora il Benevento fa fatica ad uscire. Al 26’ è ancora Contessa a scodellare la palla verso il centro, Montipò ci mette i pugni, la palla giunge a Broh che calcia di prima intenzione ma esito da dimenticare. Al 31’ è ancora il Padova a creare pericoli. Del Pinto si lascia soffiar palla in modo ingenuo, i biancoscudati ripartono e palla che giunge a Contessa che calcia: palla alle stelle.

I ritmi non sono più quelli dei primi 15’. C’è meno frenesia in campo, il Benevento lascia la gestione al Padova e tende così a sfruttare le ripartenze. Alla sagra delle occasioni, si aggiunge anche quella capitata al 37’ ad Improta: Letizia calcia dalla destra, Merelli si oppone come può, palla ad Improta che praticamente a porta vuota cestina la sfera sul fondo da posizione favorevole. Al 39’ Foscarini è costretto al primo cambio, obbligato, perché Serena (probabilmente dopo un colpo) è costretto ad alzare bandiera bianca: al suo posto entra Pinzi. Al 40’ ci prova Buonaiuto e palla non lontana dallo specchio, la replica dei padroni di casa al 42’ con Capelli ma Montipò para senza patemi. Al 44’ il colpo di testa di Tello – ottimo l’inserimento su cross di Improta – porta il Benevento ad un passo dal vantaggio ma l’opposizione in corner di Ceccaroni è fondamentale. Il primo tempo finisce qui, da segnalare tre cartellini gialli. Un primo tempo equilibrato con il Benevento che davanti ha trovato un Padova tutt’altro che remissivo e che ha creato non pochi problemi. Gli uomini di Foscarini ci mettono un po’ ad entrare in partita ma poi sono bravi ad accorciare, a gestire il pallone e a creare non pochi pericoli. Benevento che invece deve recriminare per le tante occasioni sfumate.

Nella ripresa non ci sono cambi, i ritmi sono blandi ma il Benevento sembra essere sceso in campo con la giusta voglia ma il Padova si difende con tutti gli effettivi. La gara va via senza sussulti, da annotare al 57 la conclusione di Letizia ben controllata da Merelli ed il primo cambio tra le fila dei sanniti: fuori Buonaiuto e dentro Ricci. Dalla nebbia dell’Euganeo, al 70’ Letizia tira fuori dal cilindro l’ennesimo cross della gara, Capelli buca l’intervento, palla che giunge a Ricci per il più facile dei tap-in ma la conclusione è strozzata e Merelli può bloccare. Il Benevento alza i ritmi ed gli stregoni vanno vicino al goal al 72’: fuga di Improta e cross al centro, Cappelletti tenta di anticipare il movimento degli attaccanti giallorossi, sfiora la sfera e palla cambia direzione sbattendo sulla traversa con Merelli battuto. Un minuto dopo è ancora Improta a fuggire via al proprio marcatore, mette al centro ma non ci sono compagni. Al 75’ ci prova Bonazzoli, il migliore dei suoi, ma la conclusione è da dimenticare.

Al 79’ arriva il vantaggio. Coda lavora un buon pallone, scarico per Ricci che serve l’inserimento di Improta che si ritrova a tu per tu con Merelli e lo batte di giustezza. All’80’ bordata di Tello dai 25 metri e palla fuori di un soffio. Il Benevento ora vuole chiuderla, il Padova sembra invece aver accusato il colpo. A tenere a galla i patavini è Merelli che compie un altro grande intervento su Coda. Negli ultimi minuti, Padova in dieci uomini per l’infortunio di Pinzi con Foscarini che nel frattempo aveva esaurito tutti i cambi. Nono stante l’inferiorità, il Padova con Capello ha la chance dell’1 a 1 ma il tocco, al volo su cross dalla destra di Marcandella, è sbagliato: che errore però di Tello. Al 94’ dopo un batti e ribatti in area, è ancora il Padova a provarci con la rasoiata da fuori di Marcandella ma Montipò blocca in due tempi.

Tabellino

Padova Calcio(3-5-2)
: Merelli, Cappelletti, Capelli, Ceccaroni; Mazzocco(85’ Chinellato), Broh, Serena (dal 39′ pt Pinzi), Pulzetti, Contessa; Bonazzoli(77’ Marcandella), Capello. A disposizione: Perisan, Favaro, Vogliacco, Salviato, Zambataro, Belingheri, Minesso, Cisco, Clemenza. All. Foscarini

Benevento Calcio (3-5-2): Montipò; Volta, Antei, Di Chiara; Letizia, Tello, Del Pinto, Bandinelli, Improta; Coda, Buonaiuto(61’ Ricci). A disposizione: Puggioni, Gori, Sparandeo, Billong, Maggio, Tuia, Costa, Gyamfi, Volpicelli, Asencio, Sanogo. All. Bucchi.

Arbitro: sig. Riccardo Ros di Pordenone.
Assistenti: sig. Luigi Rossi di Rovigo e sig. Vittorio Di Gioia di Foligno.
IV Uomo: sig. Luca Zufferli di Udine.

Note.

Marcatori: 79’ Improta(B).
Ammoniti: 21’ Di Chiara(B), 45’+1 Letizia(B), 45’+1 Pinzi(P), 45’+3 Del Pinto(B), 58’ Volta(B), 60’ Pulzetti(P), 84’ Contessa(P).
Angoli: 4 a 3 Padova.
Fuorigioco: 4 a 0 Benevento.
Recupero: 3’pt, 5’st.

Michele Palmieri



Articolo di Calcio / Commenti




" data-width="670" data-numposts="7">