Regalo di Natale: tre reti e applausi per il Benevento. Crotone sconfitto

22:59:8 894 stampa questo articolo
Ben - CroBen - Cro

Insigne apre le danze, Coda dagli undici metri riscatta l'errore commesso contro il Verona e Buonaiuto chiude i conti.  

     
  Montipò
    sampdoria Serie A
 
Volta

Antei

Di Chiara

 

 
Tello

Del Pinto

Buonaiuto
 

Letizia
     
Improta
 
Insigne
 
Coda
 
 
Stoian

Budimir

Firenze
 
 
Barberis
 
Rohden
 
   
Zanellato
   

Martella

Golemic
 
Sampirisi

Faraoni

 
Cordaz
  Crotone Serie B

Una gara, la diciassettesima del campionato di Serie Bkt, che si presentava ricche di insidie quella tra Benevento e Crotone. I pitagorici erano alla ricerca della vittoria scacciacrisi e tre punti per dare un senso a questo campionato e allontanare la zona play out. Il Benevento cercava una vittoria per rilanciare la propria corsa, trovare sicurezze, nuovamente il goal e gli applausi del proprio pubblico nonostante un centrocampo con tante assenze e l’addio di Nocerino. Una sfida, dunque, ricca di significato: in realtà Benevento – Crotone non è mai stata – anche per i trascorsi – una sfida banale. Il Benevento sfodera forse una delle sue migliori prestazioni, Antei sembra essersi ritrovato, Coda appare concreto con Insigne al suo fianco e Improta e Letizia, così come Tello e Del Pinto, sono motorini instancabili. Ispirato anche Buonaiuto che delizia e trova un goal da urlo, tanto cercato. Il Crotone dopo lo svantaggio lampo prova a creare qualche pericolo, lo fa fino alla fine, ma appare fragile nei meccanismi ed offre una prestazione ricca di errori. Tre punti al rilancio per la Strega che fa all in ed affonda il Crotone in piena zona retrocessione. Ora, il Benevento – visti anche i ritmi tenuti – deve andare a Padova e confermare questo passo in avanti e magari, chissà: che la svolta non sia arrivata davvero.

Le scelte

Bucchi sceglie il solito 3-5-2 con Montipò tra i pali e difesa con il rientro di Volta (squalificato insieme a Costa a Cosenza), la conferma di Antei e Di Chiara. A centrocampo Letizia ed Improta sono chiamati a presidiare le corsie esterne con Tello e Del Pinto (al rientro, era out Viola e Bandinelli squalificato mentre Nocerino ha rescisso) al centro e Buonaiuto in posizione in mezz’ala alle spalle di Insigne e Coda.

Oddo deve fare a meno di Curado, Marchizza e Crociata oltre allo squalificato Vaisanen mentre ritrova Benali, Faraoni e Nalini. Schiera un 4-3-3 con Cordaz in porta, difesa a quattro con Faraoni, Sampirisi, Golemic e Martella. Centrocampo a tre con Rohden, Barberis e Zanellato in avanti il tridente Firenze, Budimir e Stoian.

La gara

La gara parte subito forte con una battaglia durissima soprattutto nel cerchio di centrocampo con il Benevento che tenta di imporre fin dalle prime battute, predomino in fase di palleggio e gioco. Al 6’ ci prova Budimir dalla distanza ma conclusione imprecisa. Al primo vero affondo il Benevento va in vantaggio. Lunga fase di possesso dei giallorossi che al 9’ giungono al limite per vie centrali, la palla si impenna, spizzata di Letizia ed imbucata di Insigne che solo davanti a Cordaz (non preciso nella circostanza) e lo buca con un preciso diagonale. La replica del Crotone arriva al 13’ quando Martella da circa trequarti di campo pennella un preciso cross per Budimir, bravo a prendere il tempo giusto, ma il colpo di testa è impreciso e si spegne sul fondo.

Al 17’ occasione clamorosa per il Benevento ma Coda spreca tutto. Lancio di Buonaiuto per Coda che scatta sul filo del fuorigioco sorprende la retroguardia pitagorica e si invola verso la porta, davanti a lui solo Cordaz, l’attaccante giallorosso si lascia però rimontare e la conclusione viene respinta da un grande intervento in tackle di Golemic e l’azione sfuma. Passano pochi istanti ed il Benevento questa volta ci prova da sinistra: Insigne va in slalom e si appoggia a Coda ma il pallone di ritorno è troppo lungo e Cordaz ha tutto il tempo di uscire dai pali in maniera comoda.

Con il passare dei minuti i ritmi sono calati, con il Crotone che prova a ragionare ma non riesce ad essere pericoloso mentre le giocate veloci e gli scambi della formazione giallorossa mandano letteralmente fuori giri gli uomini di Oddo. Al 27’ il Crotone prova a riaffacciarsi dalle parti di Montipoò e lo fa con Faraoni ma la conclusione è da dimenticare. Al 28’ altra chance per il raddoppio della Strega. Letizia va in anticipo su Stoian e parte palla al piede, giunto al limite scarica verso Insigne, controllo e tiro ma la palla sorvola la traversa. Al 32’ Zanellato è bravo a difendere palla sull’attacco di Tello prima e Del Pinto poi, un rimpallo lo favorisce e palla a servire Firenze che tenta il tiro a giro ma la conclusione non è delle migliori.

Il Benevento ogni volta che avanza da la possibilità di far male. Martella sbaglia il controllo e regala una touche ai sanniti: Letizia, con le mani, serve lo scatto di Coda che entra in area e calcia ma la palla si spegne sull’esterno della rete. Al 40’ il Benevento – che in fase di non possesso si sistema con il 4-4-2 – prova ad uscire dalla pressione ma Letizia scivola ed un rimpallo favorisce Budimir al limite che serve il liberissimo Firenze ma anche questa volta la conclusione finisce abbondantemente a lato.

Sul capovolgimento di fronte è il Benevento a rendersi pericoloso con un traversone da destra, Improta ci arriva e la riscodella al centro per l’accorrente Tello che però calcia in curva. Il Crotone prova comunque a spingere e ad aggrapparsi alla forza fisica di Budimir ma senza trovare sbocchi ed il Benevento si difende con ordine come quando al 43’ un cross da destra è bravo Volta ad anticipare Budimir e a spedire la palla in corner. Al 45’ è clamorosa l’occasione capitata ad Improta. Insigne la calcia sul secondo palo dove trova Improta che di testa, a due passi dalla porta, la mette fuori.

Nella ripresa, Oddo, si gioca subito il doppio cambio anche se tatticamente non cambia nulla. Fuori Rohden e Stoian, dentro Romero e Nalini. La occasione è proprio di marca pitagorica: cross di Firenze dalla destra e colpo di testa, solo sfiorato, di Zanellato che praticamente a porta vuota non riesce spingere la palla in rete. Al 51’ è geniale l’invenzione di Improta, bravo a proteggere palla, ma Coda si fa pescare in posizione di offside. Al 53’ dai e vali tra Letizia – Insigne e Martella è costretto a stendere quest’ultimo finendo sulla lista dei cattivi. A battere il calcio di punizione va lo stesso Insigne però non imprime al pallone la giusta traiettoria e la sfera si spegne alta sulla traversa.

Al 57’ il contropiede veloce del Benevento, è Romero a perdere palla, manda in tilt il Crotone e Sampirisi che è costretto a stendere in piena area Insigne, ben servito in precedenza da Buonaiuto: è calcio di rigore. Dagli undici metri va Coda che, questa volta, non sbaglia e con un preciso tiro nell’angolino batte Cordaz che pure aveva intuito. Il Benevento ha la possibilità di mettere la partita in ghiacciaia. A questo punto Oddo rischia: fuori Romero, entrato da poco(forse un problema fisico) e dentro Simy. Al 64’ un errore di Tello in uscita spiana la strada al Crotone, la palla giunge a Budimir che entra in area, salta Montipò ma non riesce a ribadire in rete complice anche il grande intervento in ripiegamento di Di Chiara. Al 67’ è ancora il Benevento a rendersi pericoloso, Coda apre il destro ma la presa di Cordaz è sicura.

La partita, ora, va via tranquilla. Al 77’ è Simy a far scendere un brivido ai presenti del Vigorito ma il suo colpo di testa, sugli sviluppi di un corner, è impreciso. All’81’ Buonaiuto decide di mettersi in proprio ed il Benevento cala il tris: dribbling secco su Barberis e destro potente che si spegne all’incrocio. Il Crotone ormai non ne ha più e pochi giri di lancette dopo è il Benevento a trovare una giocata al velluto di un ispirato Buonaiuto per Asencio che però non trova la porta. All’89’ l’ultimo sussulto è però del Crotone con Nalini che salta Montipò, calcia ma la palla si spegne sul fondo.

Vittoria convincente del Benevento che dopo tre partite ritrova goal, gioco e tre punti e regala un sorriso ai propri tifosi. Per il Crotone è notte fonda e Oddo dovrà lavorare tanto, tantissimo, soprattutto sulla testa dei suoi calciatori anche perché ora la classifica si complica sul serio. I giallorossi festeggeranno il Natale ed il 27 saranno attesi all’Euganeo per il match contro il Padova.

Tabellino

Benevento Calcio(3-5-2)
: Montipò; Volta, Antei, Di Chiara; Letizia, Tello, Del Pinto, Buonaiuto(86’ Sanogo), Improta; Coda(78’ Asencio), Insigne(73’ Ricci). A disposizione: Puggioni, Gori, Billong, Maggio, Tuia, Costa, Gyamfi, Cuccurullo, Volpicelli.. All. Bucchi.

FC Crotone(4-3-3): Cordaz; Faraoni, Sampirisi, Golemic, Martella; Rohden(46’ Romero, 63’ Simy), Zanellato, Barberis; Firenze, Budimir, Sotian(46’ Nalini). A disposizione: Figliuzzi, Festa, Cuomo, Benali, Tripicchio, Nanni, Valietti, Spinelli. All. Oddo.

Arbitro: sig. Antonio Giua di Olbia.
Assistenti: sig. Pasquale Capaldo di Napoli e sig. Fabrizio Lombardo di Sesto San Giovanni.
IV Uomo: sig. Lorenzo Illuzzi di Molfetta.

Note. Spettatori 10.475 di cui 8.438 abbonati. Circa 50 i tifosi pitagorici presenti

Marcatori: 9’ Insigne(B), 58’ Coda(B), 81’ Buonaiuto.
Ammoniti: 21’ Zanellato(C), 45’ Stoian, 53’ Martella(C), 72’ Golemic, 90’ Montipò(B).
Angoli: 3 a 1 Crotone.
Fuorigioco: 2 a 2.
Recupero: 1’pt, 3’pt.

Michele Palmieri. 



Articolo di Serie B / Commenti




" data-width="670" data-numposts="7">