Sanniti five Soccer: sconfitta a testa alta, ma quante assenze

18:30:25 685 stampa questo articolo
Sanniti Five SoccerSanniti Five Soccer

I Sanniti sbagliano troppo, regalando quattro delle cinque reti ingenuamente agli avversari.

Nonostante le numerose assenze, tra le quali Pastore, a cui va un augurio di veloce ritorno in squadra, e Marcarelli su tutti, i giallorossi tengono testa ai più quotati avversari, uscendo sconfitti per 5-1 con la rete del neo acquisto Mandato che aveva riaperto i giochi ad inizio ripresa.

I Sanniti sbagliano troppo, regalando quattro delle cinque reti ingenuamente agli avversari. Partiti un po’ contratti, i giallorossi subiscono i primi due goal in seguito ad errori ma, sotto di 2-0, Arigliani (capitano oggi) e soci reagiscono e sfiorano più volte la marcatura, sfortunati anche nell’occasione capitata a Mandato che colpisce i due pali con la palla che alla fine esce fuori. Il 2-0 mette in difficoltà gli ospiti che, sul finire del primo tempo, vedono chiudersi la partita con Laudato che segna dalla distanza dopo una veloce ripartenza.

La porta sembra stregata ma ad inizio ripresa Mandato, su rigore, accorcia le distanze e riapre i giochi. Purtroppo non è giornata per i giallorossi che regalano altri due reti a Perugini e soci chiudendo la contesa per il definitivo 5-1.

“Siamo qui a recriminare per l’ennesima volta di quello che poteva essere ma che puntualmente non è”, commenta mister Pellegrino dopo la partita. “Sono dispiaciuto perché abbiamo commesso errori grossolani e non deve succedere. Eravamo consapevoli della forza del Pontelandolfo, a cui faccio i complimenti soprattutto a mister De Michele. Come ho detto ai ragazzi, dobbiamo smettere di cercare alibi nell’inesperienza o nella mancanza di obiettivi per quest’anno. Sembra come se ci adagiassimo su questa cosa ed entriamo in campo distratti. Penso che la società abbia allestito un’ottima squadra che può puntare ai play-off che, da oggi, diventano il nostro obiettivo. Ringrazio il Pontelandolfo per l’accoglienza: ho trascorso due anni bellissimi e torno sempre volentieri, mi ha fatto piacere vedere la crescita dei vari Palladino, Guerrera e Garofano che ho avuto con me qualche anno fa: sono diventati davvero forti. Lasciatemi fare i complimenti al giovane Civeta della nostra “cantera” che ha disputato un’ottima gara”.

Mister Bovio vede del buono anche nella sconfitta: “Purtroppo parliamo ancora di una sconfitta nonostante una buona prestazione: paghiamo ancora l’inesperienza ma i ragazzi dimostrano di esserci. Nel calcio conta anche la fiducia data dai risultati: ci serve fare qualche punto che dia maggiori certezze ai ragazzi in campo. Il 5-1 subito è bugiardo perché abbiamo creato molto ma non siamo riusciti a concretizzare le occasioni avute. C’è da lavorare ancora e, soprattutto, dobbiamo cercare di rischiare il meno possibile”.



Articolo di Calcio a 5 / Commenti