Tedeschi: "Brignola? La Fiorentina fa sul serio. L'arrivo di Ancelotti per il Napoli apre scenari d'oro"

16:19:29 8245 stampa questo articolo

Per il Quaderno.it, l’agente Fifa Giulio Tedeschi ha rilasciato alcune affermazioni sul mercato del Benevento e sui possibili scenari che deriveranno dall’ arrivo di Ancelotti al Napoli.

“Credo che con la partenza di Sandro il Benevento perda un condottiero, un punto di riferimento importante. Sono convinto, comunque, che la società allestirà una rosa competitiva, in grado di lottare sicuramente per i playoff. Si può ripartire da una discreta base che va completata con un difensore in grado di rimpiazzare Djimsiti, due centrocampisti e un attaccante di esperienza. Tanto per fare un nome, non mi dispiacerebbe un tipo alla Gilardino".

"Sul fronte uscite farei particolarmente attenzione alla Fiorentina. Il club è molto interessato a Brignola. Del resto, quando a muoversi è Corvino, la cosa si fa interessante. Io credo sia anche giusto dare una corretta valutazione al ragazzo: a mio modo di vedere, 18 milioni sarebbe un prezzo coerente. Non dimentichiamo che stiamo parlando di un ragazzo sotto contratto con il Benevento. Comunque, ribadisco, verrà allestita una rosa competitiva. Teniamo presente anche il fatto che per essere retrocessi, purtroppo, dopo un anno di serie a, ci saranno 10 milioni di euro del famoso ‘paracadute’ che, uniti alla facoltà economiche del presidente, saranno un valido supporto per disputare un campionato di tutto rispetto". Sul nuovo tecnico Giulio è convinto: " Per Bucchi non dovrebbero esserci problemi".

Dal Benevento al Napoli il passo è breve: “L’annuncio di Ancelotti - continua Tedeschi – ha spiazzato un po’ tutti. Il suo un ingaggio, pari a 6,5 milioni a stagione, farà fruttare al Napoli almeno 2- 3 volte tanto, solo per il brand che il tecnico porta con sé. Su questo Napoli, da adesso in poi, saranno presenti gli occhi di tutta l’Europa calcistica. Verrà costruita una squadra che non potrà fare altro che vincere. Ci saranno, nessuno me ne voglia, nomi che non saranno più i vari Tonelli, Ounas, Chiriches ed altri, ma calciatori pronti e conosciuti”.

“E’ normale che ogni allenatore voglia portarsi dietro calciatori con cui ha lavorato. Siamo al cospetto di una persona che ha allenato i più grandi atleti al mondo. Si tratta di un Napoli che sta rifondando come mai è accaduto nella sua storia, attraverso una guida tecnica che è la garanzia di tutto. Fare dei nomi sui possibili arrivi credo che sia ancora prematuro. David Luiz, però, potrebbe essere legato all’arrivo di Sarri al Chelsea. A tal proposito vi dico una notizia certa: ci sono zero possibilità che Conte resti al Chelsea. Aggiungo, inoltre, che dietro questo rinnovamento, fatto di acquisti importanti, non mi sorprenderebbe se vi fosse la partecipazione dell’Adidas; anche perchè farebbe parte di quel progetto di espansione del brand Napoli al quale De Laurentiis ha sempre fatto riferimento. Si punta a creare una società dall’appeal forte, non solo dal punto di vista tecnico, ma anche per quanto concerne lo stadio e le varie strutture. Credo che andremo incontro ad un’estate molto torrida, non solo a livello climatico”.

Claudio Donato



Articolo di Calcio / Commenti