Telese, partito il progetto di integrazione sociale "The Bridge" rivolto a detenuti

12:28:6 821 stampa questo articolo
Comune di Telese TermeComune di Telese Terme

Il progetto che prevede l’espletamento di servizi di utilità collettiva tramite soggetti a rischio di esclusione sociale.

Il Comune di Telese Terme ha reso noto che è stato attivato il progetto “The Bridge” di Integrazione Sociale a favore di soggetti detenuti o sottoposti ad altri provvedimenti restrittivi della libertà personale” in collaborazione con l’Ambito Sociale B04 (con Comune capofila Cerreto Sannita) e con l’ Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Benevento.

Il progetto che prevede l’espletamento di servizi di utilità collettiva tramite soggetti a rischio di esclusione sociale, anche quest’anno fortemente voluto dal sindaco di Telese Terme, Pasquale Carofano e dal Consigliere delegato alle Politiche Sociali, Gianluca Serafini, è finanziato dal Fondo Nazionale per le Politiche Sociali e la gestione è stata affidata alla Cooperativa Sociale Benessere di Benevento.

Un intervento, questo, volto alla promozione dell’autonomia e del benessere psicologico di persone detenute, ex detenute o sottoposte a misure alternative, e per la solidarietà e la sensibilizzazione della comunità locale.

Sono quattro gli operatori impiegati dalla Cooperativa Sociale Benessere come operai addetti a lavori socialmente utili, ognuno dislocato in un paese diverso dell’Ambito Sociale B04 ovvero Telese Terme, Amorosi, San Salvatore Telesino e San Lorenzo Maggiore. Le prestazioni svolte prevedono la pulizia di marciapiedi e strade, la manutenzione degli spazi verdi comunali, piccole riparazioni, servizi di pulizia dei locali pubblici cittadini, la piantumazione di alberi e arbusti.

Il servizio, della durata di cinque mesi, rappresenta un contributo reale e concreto in quanto, oltre a salvaguardare la bellezza del patrimonio, dà un sostegno alle categorie di soggetti svantaggiati e alle loro famiglie: valorizzare gli interventi di reinserimento nel tessuto sociale significa contrastare la marginalizzazione.



Articolo di Dai Comuni / Commenti