Scade il ticket mentre assiste un familiare e viene multato. Lettera di un cittadino

16:44:15 1974 stampa questo articolo
Strisce Blu, RummoStrisce Blu, Rummo

Lo sfogo di un cittadino multato nei parcheggi dinanzi all'Ospedale Rummo di Benevento. 

"Sono uno dei tanti sfortunati passati sotto l’inflessibile solerzia degli ausiliari della sosta, per aver lasciato la propria autovettura parcheggiata nell’area antistante l’ospedale Rummo con relativo ticket di sosta scaduto al momento dell’accertamento".

Comincia così, la lettera che il sig. Carminantonio indirizza al Comune di Benevento ed alla Trotta, l'azienda che gestisce sia il trasporto pubblico che i parcheggi a pagamento nel capoluogo sannita. Quello che lamenta il lettore, è probabilmente la "solerzia" degli ausiliari ed il mancato avviso di scadenza del tagliando di parcheggio. 

"Fatto salvo ogni considerazione - scrive - sulla 'sensibilità' dimostrata del Comune di Benevento di istituire delle zone di parcheggio a pagamento, delimitate dalle strisce blu, nelle immediate vicinanze del presidio sanitario Rummo, tenuto conto delle motivazioni e degli stati d’animo delle persone che frequentano l’ospedale cittadino e la scarsa previsione degli orari di permanenza, variabili per disparate motivazioni. Poco si comprende come, richiamando sempre quella scarsa sensibilità nei confronti dei cittadini/utenti, si sia potuto affidare la gestione di uno spazio cosi importate ad una società privata la 'Trotta Mobility' che ha un unico interesse battere cassa". 

Per il nostro lettore: "Non si comprende, purtroppo ormai è difetto generale, perché non si faccia una differenza tra quelli che nel rispetto della regola ha esposto ticket e tra quelli che non hanno affatto provveduto ad esporre ticket, visto che la sanzione è uguale per entrambi. Chiedo all’ausiliare del traffico ben addestrato, se per un motivo personale si trova ad assistere un suo familiare ricoverato in ospedale, prevedendo una sosta temporale di un ora e poi
malauguratamente è costretto per eventi imprevedibili a sostare ben oltre il tempo previsto, lascia di assistere il proprio familiare, abbandona una coda allo sportello, rinuncia a una visita, per correre a rinnovare il ticket!!! Forse lui s' (proabile riferimento all'ausiliare che lo ha multato, ndr) per spirito di appartenenza". Gli altri umani forse hanno priorità diverse, considerato il luogo. In ogni azione bisognerebbe mettere l’animo e immedesimarsi, non sempre c’è dolo. Ritengo che il Comune di Benevento proprietario degli spazi destinati a parcheggio adotti una ensibilità nei confronti dei cittadini distinguendo chi rispetta le regole e chi le infrange, senza far di tutti un unico fascio. Chi non ha esposto affatto il ticket giustamente deve essere sanzionato ma chi ha provveduto al pagamento del ticket e risulta scaduto deve essere assoggettato solo al pagamento della differenza e non multato per divieto di sosta".

Per Carminantonio: "La multa sulle strisce blu, fatta per la scadenza del ticket per la sosta è illegittima. Questo tema è stato oggetto di lunghe discussioni, infatti molto spesso le amministrazioni locali emettevano e in alcuni casi ancora elevano multe in caso di ticket per il parcheggio scaduto. In questi casi non si può essere multati per divieto di sosta, questa tesi che abbiamo sostenuto in passato, è stata confermata dal ministero dei Trasporti a seguito di un’interrogazione parlamentare. Secondo tale parere il pagamento in misura insufficiente non costituisce violazione di una norma i comportamento, ma configura una inadempienza contrattuale. Questo significa che in tale circostanza l’amministrazione locale può chiedere un’integrazione del pagamento, maggiorata di eventuali penalità da determinare tramite regolamenti Comunali, ma non può elevare la multa. Il ministero ha sottolineato che la multa sulle strisce blu per sosta 'oltre il limite' non può essere comminata perché: In materia di sosta, gli unici obblighi previsti dal Codice sono quelli indicati dall’art. 157, comma 6, e precisamente l’obbligo di segnalare in modo chiaramente visibile l’orario di inizio della sosta, qualora questa sia permessa per un tempo limitato, e l’obbligo di mettere in funzione il dispositivo di controllo della durata della sosta, ove questo esista; la violazione di tali obblighi comporta la
sanzione prevista dal medesimo articolo 157, comma 8, del Codice medesimo". 



Articolo di Attualità / Commenti