Benevento: Truffe alle Poste con documenti falsi, due napoletani in manette

11:33:28 3381 stampa questo articolo

Nell'ambito dell'attività della Squadra Mobile di Benevento impegnata a frenare il fenomeno dell'incasso fraudolento di assegni trafugati o clonati, il personale dipendente, nella mattinata di ieri, ha tratto in arresto S. B. nato a Napoli nel 1957 e residente nel capoluogo partenopeo. L'uomo è accusato di essere responsabile di flagrante tentata truffa aggravata, sostituzione di persona, ricettazione e detenzione di documento falso valido per l'espatrio. Il 55enne è stato sorpreso nella mattinata di ieri all'interno dell'Ufficio Postale delle "Poste Centrali" sito in via Porta Rufina, ove stava tentando di incassare un mandato di pagamento dell'importo di 885 euro per rimborso IRPEF inviato dall' Agenzia delle Entrate ad un uomo di 62 anni di Benevento, con carta d'identità falsa intestata al beneficiario. L'arrestato, pochi minuti prima, aveva tentato di fare la medesima operazione presso l'Ufficio Postale di via Torre della Catena, con documenti falsi intestati al beneficiario di un altro mandato di pagamento per l'importo di 828 euro.
Analoga vicenda sempre a Benevento che ha visto protagnoista un altro cittadino napoletano, classe 1963, resosi responsabile di tentata truffa aggravata, possesso di documenti di identificazione falsi, ricettazione e sostituzione di persona. L'uomo ha preso di mira, così come il suo concittadino, l'ufficio postale di via Torre della Catena, tentando di incassare un rimborso Irpef da parte dell'Agenzia delle Entrate, di quasi 619 euro, con carta di identità e codice fiscale, palesemente falsi, intestati ad una donna di Benevento beneficiaria del mandato di pagamento.



Articolo di / Commenti