Vendere gioielli con diamanti: 5 consigli per non sbagliare

18:37:48 1345 stampa questo articolo
DiamantiDiamanti

Vendere un gioiello con diamanti può rivelarsi un’ottima idea, se si ha bisogno di liquidità.

Le pietre preziose infatti permettono di ottenere dei guadagni davvero molto interessanti e piuttosto che lasciarle accantonate in un cassetto tanto vale venderle, in modo da poter realizzare i propri progetti. Prima di compiere questo passo però, è importante sapere come comportarsi, di cosa ci si deve preoccupare e dove vendere i diamanti per non rischiare fregature o brutte sorprese.

Vediamo allora insieme 5 consigli utili per non sbagliare e riuscire a vendere i propri gioielli con diamanti senza problemi.

#1 Controllare il certificato del diamante

La primissima cosa che conviene fare se si intende mettere il proprio gioiello in vendita è controllare se sia provvisto di un certificato. Questo è infatti importantissimo, in quanto attesta le caratteristiche della pietra preziosa e consente di trovare acquirenti interessati con maggior facilità.

È bene sapere che il certificato non sempre è tangibile e visibile: in alcuni casi la sua presenza si riesce a riscontrare solo dopo un’attenta analisi del gioiello, che potrebbe riportare un’incisione laser. Meglio dunque far controllare il diamante da un professionista che abbia tutti gli strumenti per rilevare un eventuale certificazione.

#2 Far valutare il diamante da un gemmologo esperto

Se si intende vendere il proprio gioiello con diamanti è altrettanto importante farlo valutare da un esperto gemmologo, in modo da capire quale sia il prezzo corretto da proporre sul mercato ed evitare di sottostimare la pietra preziosa. I fattori che incidono sul valore di un diamante sono parecchi e non si tratta solamente delle famose 4C (Color, Clarity, Carat e Cut) ma anche altri dettagli.

#3 Evitare di rivolgersi al banco dei pegni

Un consiglio sicuramente utile se si vuole ottenere un buon guadagno dalla vendita del proprio gioiello è quello di non rivolgersi al banco dei pegni della propria città. Questi negozi infatti, così come i compro oro e simili, applicano solitamente delle commissioni molto elevate. Ciò significa che la trattenuta sulla vendita è molto alta e che quello che si intasca è dunque inferiore.

#4 Cercare un marketplace online che sia serio ed affidabile

Piuttosto che il banco dei pegni o il compro oro, vale la pena rivolgersi ad un marketplace online, dopo naturalmente aver controllato che sia affidabile e serio. Un punto di riferimento al giorno d’oggi è Auctentic.com: un marketplace specializzato proprio nella vendita di pietre preziose e gioielli usati, in grado di offrire un servizio completo ed affidabile. L’aspetto positivo di questi canali online, poi, è anche la commissione applicata: molto più bassa rispetto a quella dei classici compro oro.

#5 Valutare la messa all’asta del proprio diamante

Qualora non si fosse soddisfatti della valutazione effettuata sul proprio diamante, vale la pena prendere in considerazione anche la messa all’asta del gioiello. Si tratta di un’opzione interessante, soprattutto per coloro che hanno una certa fretta di vendere e di trovare dunque acquirenti. Mettendo il diamante all’asta si ha anche la possibilità di ottenere un guadagno superiore.



Articolo di Guide al Risparmio / Commenti