Verso Udinese-Benevento. Bucchi: "Per noi e' importante ripagare la fiducia dei tifosi"

13:2:12 1312 stampa questo articolo

Alla vigilia della gara di Coppa Italia che domani sera il Benevento giocherà contro l’Udinese, ha parlato mister Bucchi. Ecco quanto evidenziato da ilQuaderno.it

“Abbiamo voglia di calcio vero. Iemmello sta lavorando bene, così come Antei. Pietro (Iemmello ndr) sta recuperando la condizione, poi, tutto quello che accadrà da qui alla fine del mercato non lo so. Se resterà sarà un valore aggiunto. Se, invece, dovesse andar via, non vogliamo altri attaccanti. Il nostro pacchetto avanzato è completissimo. Coda e Asencio ci garantiscono quello che vogliamo, insieme a tutti gli altri calciatori che abbiamo in attacco. Iemmello, ad oggi, è a tutti gli effetti un calciatore del Benevento. Il suo recupero sta procedendo bene. Come ho detto sempre, le nostre certezze sono il gioco e l’organizzazione: aspetti che non dovremo mai perdere nei momenti di difficoltà. Cerchiamo di cementare questa nostra idea attraverso un blocco. Poi ci sono sempre le varianti che dipendono dalle condizioni dei calciatori”.

”In questo periodo - prosegue Bucchi - non ci sono giocatori al top. Le condizioni sono più o meno tutte uguali. La formazione che domani sera scenderà in campo sarà sulla falsa riga di quella di domenica scorsa. Per noi il campionato inizia il 25, quindi la preparazione è improntata al 25. Se il calendario dovesse slittare non ci saranno problemi. La settimana prossima, visto che non ci saranno gare ufficiali, ne approfitteremo per disputare due amichevoli per dare modo all’intera rosa di mettere minutaggio nelle gambe. Svolgeremo due test probanti per arrivare alla settimana tipo con una buona condizione. C’è l’idea di disputare una gara amichevole giovedì, con una squadra di serie D. Il fine settimana, invece, un test con una formazione di B”.

“Sulla partenza di Gyamfi e la conferma di Tazza non saprei. Ho espresso le mie indicazioni alla società e poi mi sono fermato, perché quando iniziano le gare penso solo a quelle. Saranno operazioni che la società porterà avanti con le indicazioni che ho dato”.

"Asencio non sarà della partita perchè lunedì mattina ha riportato un trauma distorsivo alla caviglia, ma spero di averlo a disposzione la prossima settimana".

“Per quanto riguarda la gara di domani - continua il mister - Ricci, come Bandinelli, Del Pinto, o quelli che sabato scorso non hanno giocato, per me sono calciatori importanti, titolari a tutti gli effetti. Non tragga in inganno il fatto che qualcuno possa giocare al posto di un altro. Sono tutti titolari. Non è una frase fatta, perché se guardo Gyamfi, che non ha giocato la scorsa gara, ma ha disputato diverse gare in serie A ed è stato protagonista nell’anno della serie B, non posso pensare che sia un’alternativa; ma un titolare che in questo momento ha due calciatori più in condizione o che stanno meglio".

"La forza di una squadra  - conclude il tecnico  - sta nelle alternative. Credo sia importante conservare una cosa: l’entusiasmo della gente. Questo è un aspetto che ha colpito tutti: me, il mio staff, i calciatori. I tifosi ci hanno dato la loro fiducia. Noi abbiamo il compito di ripagarla. Ma non in una sola gara – bensì - nell’arco dell’intera stagione. Non dobbiamo lasciare nulla d’intentato. Dobbiamo dare tutto”.

C.D.



Articolo di Calcio / Commenti