Violenza sulle donne, l'ANFI ne discute con gli studenti di Faicchio

13:46:15 749 stampa questo articolo
Incontro FaicchioIncontro Faicchio

Relatore dell’incontro è stato il vicepresidente Nazionale dell’ANFI per L’Italia Centro-Meridionale, prof. avv.to Antonio Maria La Scala.

Nella ricca agenda di impegni della Sezione ANFI (Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia) di Amorosi ancora un importante appuntamento istituzionale del sodalizio presieduto dal luogotenente Andrea Grasso.  Infatti, dopo i convegni presso gli Istituti di Amorosi e di San Salvatore Telesino sul tema ”bullismo e cyberbullismo”, il giorno 13 febbraio 2019 si è tenuto un altro rilevante incontro rivolto ai giovani studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore Faicchio – Castelvenere.

Tema dell’incontro: “La violenza sulle donne e la nuova legge sul femminicidio”, di attuale importanza e spessore, ed è stato concordato tra il presidente della Sezione ANFI, Andrea Grasso, la dirigente dcolastica, prof.ssa Elena Mazzarelli e il Corpo Docenti dell’Istituto, al fine di porre in luce gli aspetti più salienti del caso.

Relatore dell’incontro è stato il vicepresidente Nazionale dell’ANFI per L’Italia Centro-Meridionale, prof. avv.to Antonio Maria La Scala, avvocato Penalista di Bari, da anni impegnato socialmente quale Presidente Nazionale di “Penelope”- associazione di familiari di persone scomparse – e dell’Associazione Culturale “Gens Nova” onlus, accompagnato nell’occasione dall’avvocato Luisa Faiella, consigliere del Direttivo Campania “Penelope” e dal fin. comm. Antonio Fiore, consigliere nazionale ANFI per la Puglia e Basilicata.

Dopo una breve introduzione e il saluto ai presenti da parte della prof.ssa Elena Mazzarelli, il presidente La Scala, con ampia documentazione e con l’ausilio di video esplicativi, ha trattato diffusamente il fenomeno con chiare e semplici definizioni facili da capire. “Da una analisi dell’ ISTAT – ha spiegato – svolta in collaborazione con il Dipartimento per le Pari opportunità, le Regioni e il Consiglio Nazionale della Ricerca sui servizi offerti dai Centri antiviolenza, l’Istituto ha rilevato che negli anni scorsi circa cinquantamila donne si sono rivolte ai Centri specializzati i quali, nonostante il lodevole impegno degli operatori, sono ancora insufficienti a supportare la crescente richiesta di aiuto. Purtroppo il nostro Paese fa ancora molto poco per combattere il Femminicidio e la violenza sulle donne. Molto spesso le donne subiscono violenze e, talvolta, uccise da chi afferma di amarle”.

In questo contesto molto attiva è l’associazione Penelope presieduta dal prof. La Scala. I giovani studenti, coinvolti e sollecitati a più riprese con esempi di episodi verificatisi nella vita quotidiana, molto spesso anche oggetto di cronaca nera, hanno manifestato un crescente interesse alla problematica ponendo pertinenti domande sul come evitare e riconoscere eventuali situazioni di pericolo. Preziosi i suggerimenti del residente La Scala su come intervenire per arginare la problematica, focalizzando i progetti di contrasto e le pertinenti soluzioni da adottare nelle circostanze in cui si evidenzia la violenza e la sopraffazione.

Al termine dell’incontro e dopo il saluto del dott. Flavio Tranquillo, dirigente del Commissariato di Telese Terme e del sindaco di Faicchio, dott. Nino Lombardi, la Dirigente Scolastica Prof.ssa Mazzarelli ha voluto rivolgere ai Soci ANFI di Amorosi ed in particolare al Relatore del dibattito parole di vivo compiacimento per la disponibilità e l’apprezzabile opera svolta, dando appuntamento per altre future, costruttive forme di collaborazione.



Articolo di Scuola / Commenti