Zelensky a Roma. L'appello al Papa: "Non trattare i russi come pari"

11:10:28 3767 stampa questo articolo
Volodymyr Zelensky, presidente UcrainaVolodymyr Zelensky, presidente Ucraina

Il leader ucraino chiede di mettere da parte "l'uguaglianza tra aggressore e aggrediti" per le future trattative di pace.

Intervistato in uno speciale di "Porta a porta" da Bruno Vespa ed altri autorevoli direttori del giornalismo italiano, nella splendida cornice dell'Altare della Patria. Il presidente ucraino spiega che vuole la pace, ma non parlerà con Putin. Sul punto sottolinea che non si può non tener conto di un fatto incontrovertibile: "c'è un aggredito e un aggressore e non li si può mettere tutti e due sullo stesso piano quando si vuole intavolare una discussione".



Articolo di Cronaca Nazionale / Commenti