Come cambiare conto corrente e banca?

10:48:0 3398 stampa questo articolo
Conto corrente bancarioConto corrente bancario

Pensi che il tuo conto non sia più così vantaggioso e vorresti cambiarlo? Ecco come cambiare conto corrente e banca in poche mosse.

Se non sei più soddisfatto delle condizioni offerte dal tuo istituto di credito, sicuramente ti starai chiedendo come cambiare conto corrente e banca. Sebbene spesso sia percepita come una procedura lunga e complessa, in realtà la portabilità del conto corrente non lo è affatto.

Prima di tutto, devi scegliere un nuovo conto: presta attenzione a questa fase, poiché gli aspetti da considerare sono diversi. Non è detto che il prodotto giusto per te sia quello più conveniente in assoluto, quanto piuttosto quello che meglio si adatta alle tue reali esigenze.

Vediamo quindi quali aspetti considerare prima di cambiare conto corrente e come richiedere la portabilità alla nuova banca, passo dopo passo.

Come scegliere il conto corrente?

Per essere sicuro di scegliere il conto corrente giusto devi valutare diversi aspetti. La prima cosa che ti devi domandare è: come desidero gestire il mio conto? Online, da pc o smartphone, o preferisco recarmi in filiale per ogni operazione? Molto probabilmente preferirai la prima opzione, utilissima per chi ha poco tempo e vuole avere accesso ai propri soldi in ogni momento e con un semplice click.

Il secondo aspetto da valutare è la questione costi. Anche in questo caso i conti correnti online sono avvantaggiati, poiché molto spesso azzerano tutte le spese di apertura e gestione, risultando quindi particolarmente convenienti.

In questa fase, valuta anche quali sono i servizi gratuiti abbinati al conto, come ad esempio la possibilità di ricevere a costo zero bancomat, carta di credito e libretto degli assegni, o ancora l’opportunità di aprire un conto deposito abbinato. Controlla inoltre i costi delle singole operazioni a pagamento che potresti trovarti a effettuare e valuta in base al tuo livello di operatività.

Una volta che avrai raccolto tutte queste informazioni, magari aiutandoti con un comparatore online per velocizzare l’operazione, potrai finalmente capire quali sia il conto più adatto a te, ovvero quello che offre il miglior compresso tra costi e qualità dei servizi offerti.

Come cambiare conto corrente?

Il processo di confronto sopra descritto va senz’altro effettuato al momento di scegliere il primo conto corrente, ma in realtà sarebbe bene ripeterlo di tanto in tanto, per verificare che le condizioni del prodotto sottoscritto siano ancora vantaggiose. Se dovessi scoprire che un altro istituto di credito offre un conto più conveniente del tuo, niente paura: cambiare conto corrente e banca è molto semplice e, soprattutto, gratuito.

Una volta che avrai individuato un conto corrente più vantaggioso di quello che hai già, dovrai prima di tutto aprirlo comunicando l’intenzione alla nuova banca. Se hai scelto un conto online, la procedura può avvenire comodamente via web, anche se in alcuni casi ti può essere richiesto l’invio di una copia cartacea del contratto firmato.

Fatto questo, prima di chiudere il vecchio conto corrente dovrai trasferire tutti gli accrediti e gli addebiti. Abbi quindi cura di comunicare il nuovo IBAN al datore di lavoro e di trasferire la domiciliazione delle utenze luce e gas, così come l’addebito di eventuali rate del mutuo o altri finanziamenti. Del trasferimento degli addebiti si occuperà direttamente la nuova banca, dietro tua richiesta, e per farlo avrà a disposizione 12 giorni di tempo. Se l’operazione dovesse richiedere più tempo avrai diritto a un indennizzo.

Dopo che avrai trasferito tutto, potrai finalmente chiudere il conto corrente: grazie alla Legge Bersani, questa operazione non comporterà alcun costo o penale a tuo carico. Per farlo dovrai inviare alla vecchia banca una raccomandata firmata da tutti gli intestatari del conto e restituire le carte di credito e debito tagliate in due, oltre agli assegni inutilizzati.



Articolo di Guide al Risparmio / Commenti